sabato , 28 Novembre 2020

Risposta dell'Assessore Flavio Maglio relativa alle polemiche riguardanti il bando per l’allestimento e la gestione della masseria Torrenova.

Ho letto,non senza sorpresa, la nota a firma delle associazioni : Avanguardie di Salvatore Inguscio,Cooperativa FDM, Cooperativa Fluxus,Cooperativa Terrammare Teatro, le quali hanno considerato il bando per la gestione del Parco Naturale Regionale “Portoselvaggio e Palude del Capitano” penalizzante ai fini della loro partecipazione.

Ho letto,non senza sorpresa, la nota a firma delle associazioni : Avanguardie di Salvatore Inguscio,Cooperativa FDM, Cooperativa Fluxus,Cooperativa Terrammare Teatro, le quali hanno considerato il bando per la gestione del Parco Naturale Regionale “Portoselvaggio e Palude del Capitano” penalizzante ai fini della loro partecipazione.

La polemica che hanno sollevato, con riferimento a quanto riportato nel dispositivo della delibera della G.C. n 276 del 13/08/2012 dove è specificato che ” è pertanto opportuno assicurare l’esclusiva delle attività svolte per garantire l’equilibrio di gestione su base triennale,così come previsto dal piano di gestione approvato con la delibera della G.C. n 245 del 25/06/2010″,non ha ragione d’essere,in quanto il bando di gara è stato elaborato da parte di tecnici competenti su criteri oggettivi che richiamano quelli che hanno interessato ” Torre Guaceto e Rauccio”, parchi che insistono sul nostro territorio.

È del tutto evidente che si tratta di valutazioni del tutto soggettive che non tengono conto del bando di gara che vuole, invece , dare al Parco di Portoselvaggio una dimensione nuova, necessaria per attrarre flussi turistici e visitatori con un’organizzazione ottimale per la sua valorizzazione.

Non è vero che ” l’esclusiva delle attività………” Limita ” tutti coloro che anche nel comune di Nardò operano già come guide professionali, operatori qualificati dell’educazione ambientale e operatori culturali…….”, perché è sufficiente e sono ancora in tempo, che i nostri operatori del settore si costituiscano in ATI o in Consorzi per poter partecipare e portare avanti le loro iniziative già intraprese senza far prevalere esigenze singole.

Ciò di cui l’Amministrazione si è preoccupata nella stesura del bando è stato quello di avere una gestione che non sia circoscritta alle sole visite, ma che riguardi tutto il contesto del Parco per valorizzarne le sue bellezze naturalistiche.

D’altronde questa Amministrazione da sempre ha favorito e sostenuto le attività dei nostri operatori, senza escludere nessuno, come accaduto con il contributo di 2500 euro erogato ad Avanguardie di Salvatore Inguscio per la pubblicazione di un libro, iniziativa ritenuta meritevole di attenzione.

La ratio del bando è stata quella di sollecitare la partecipazione di società collaudate nel settore turistico per una gestione che crei concrete possibilità di posti di lavoro per i nostri giovani.

È comprensibile che a qualcuno non sia piaciuto il bando, ma se avesse letto nelle pieghe delle delibere e delle determine ,sulla cui regolarità e legittimità  non credo si possa eccepire nulla, avrebbe colto le novità in esso contenute.

Altro che “vestito” ritagliato su misura; è il caso di osservare che nessuno degli Amministratori ha frequentato corsi di “taglio e cucito” non così per qualcuno che potrebbe risultare un esperto, semmai abbiamo dato al nostro Parco una valenza tale da farlo competere con gli altri parchi.

Orbene ,poiché il nostro compito è quello di tutelare, salvaguardare e valorizzare l’immagine della nostra Città, l’Amministrazione adottando il bando di gara, ha voluto dare un segnale che nulla sarà come prima attraverso un’ottica nuova che veda affermarsi la buona politica amministrativa nell’interesse di tutta la comunità.

 

Flavio Maglio

Assessore all’Ambiente

 

 

 

 

About redazione

Guarda anche

Un malore improvviso e poi il decesso. Succede ora a Santa Maria al bagno

Accusa un malore mentre è in spiaggia a fare il bagno e, nonostante le manovre …