domenica , 29 Novembre 2020

CARTELLE PAZZE A NARDO’: “TRIBUTI, SI VALUTI LA REVOCA DEL SERVIZIO ALLA CERIN”

Il consigliere del Popolo della Libertà alla Provincia di Lecce Mino Frasca chiede all’amministrazione comunale di Nardò la revoca del servizio di riscossione dei tributi alla società Cerin dopo l’ennesima ondata di cartelle pazze ai danni dei cittadini.

Il consigliere del Popolo della Libertà alla Provincia di Lecce Mino Frasca chiede all’amministrazione comunale di Nardò la revoca del servizio di riscossione dei tributi alla società Cerin dopo l’ennesima ondata di cartelle pazze ai danni dei cittadini.

 “Francamente non capisco – dice – cos’altro la Cerin dovrebbe combinare per indurre l’amministrazione comunale di Nardò ad una scelta risolutrice di un rapporto che sino ad oggi ha creato solo problemi all’ente e ai neretini. Ho raccolto personalmente decine di lamentele relative a cartelle di pagamento del tutto illegittime e con importi altrettanto ingiustificati. Cos’è, se non un madornale pasticcio, quello di far pagare centinaia di euro di imposta sulla pubblicità ad esercizi commerciali che espongono insegne inferiori ai 5 metri quadri, che quindi avrebbero l’obbligo di pagare solo poche decine di euro della tassa sul marchio? Il consigliere comunale del Pdl Presta, presidente della Commissione di Controllo e Garanzia, ha convocato per mercoledì prossimo una riunione della Commissione proprio sulle cartelle pazze e spero che in quella sede emerga tra i consiglieri un orientamento tale da indurre il Sindaco e la Giunta a valutare la revoca dell’affidamento alla Cerin del servizio di riscossione, anche se mi auguro che lo facciano autonomamente ed in tempi brevissimi. Sin qui si è trattato solo di un disservizio – conclude amaramente Mino Frasca –  e in tempi di pressione fiscale alle stelle, proprio non abbiamo bisogno di sviste che rendano ancora più oppressivo il peso delle tasse, da qualunque parte provengano”.  

 

 

 

 

About redazione

Guarda anche

Un malore improvviso e poi il decesso. Succede ora a Santa Maria al bagno

Accusa un malore mentre è in spiaggia a fare il bagno e, nonostante le manovre …