sabato , 28 Novembre 2020

La risposta di Renna ai grillini

Ho letto con grande curiosità la nota sul risparmio energetico pubblicata dal Movimento 5 stelle di Nardò. Devo dire che, l’ho fatto con l’aspettativa di poter trovare qualcosa di innovativo sull’argomento, ovvero, di leggere  una riflessione, magari critica, sulle decisioni assunte in merito a siffatta questione, da questa amministrazione.

Purtroppo, diversamente, da altre volte, la mia aspettativa è rimasta tale, in quanto, la nota aveva il sapore di un frettoloso copia incolla,  di un de ja vu, per di più, asimmetrico rispetto alla realtà fattuale. Come non mancheranno di ricordare i più attenti osservatori delle iniziative amministrative adottate, codesta Amministrazione, dopo un estenuante dibattito politico, ha  adottato la strada dell’efficientamento energetico a partire dalla pubblica illuminazione e non solo. Se gli amici del movimento 5 stelle fossero stati un pò più attenti avrebbero visto che, il sottoscritto, dall’inizio del mandato ha focalizzato, la sua attenzione alle questioni energetiche. Su quest’argomento oltre al pungolo dai banchi della minoranza, soprattutto, del consigliere Pippi Mellone, cui riconosco di aver sollevato in varie occasioni questioni afferenti i consumi energetici della città, ho recepito le stimolanti ed attente  osservazioni di larga parte della maggioranza. Di questo i mass media e i social network hanno dato ampio risalto, così come è noto che, è di prossima pubblicazione, nei modi di legge, il bando sull’efficientamento energetico, che, per come è stato congegnato, consentirà alla città di conseguire importanti obiettivi, non solo di risparmio economico, ma anche di estendimento del servizio e, soprattutto, in termini di aumentata capacità di controllo da parte dei cittadini, oltre ad auspicabili servizi aggiuntivi, in relazione alla possibilità di creare una rete di connessione wii-fi ed altro. Visto che, anche i consigli comunali di Nardò sono ripresi con la tecnica audiovideo streaming, a loro tanto cara, non vorrei che a Nardò come a palazzo Madama gli amici del noto comico di genova siano adusi ad addormentarsi nell’assistere a lavori istituzionali. A proposito di comicità, pregevole la diffida con la quale chiudono la nota. Sono deluso mi aspettavo di più e meglio, visto che conosco, e non è una battuta la levatura di molti di loro. Spero in una maggiore attenzione, su questi temi per le prossime volte. Chiaramente, avrò il piacere di confrontarmi con gli amici del movimento 5 stelle, in occasione di un momento di riflessione pubblica, che con l’Area Funzionale I ,sto programmando per le prossime settimane per portare a conoscenza la città sulle iniziative assunte da questa amministrazione in materia di Energia. Chiaramente, i contributi di tutti sono ben accetti, come ho avuto modo di esternare, in altre occasioni, anche pubblicamente, per cultura politica, mi rifaccio al metodo del c.d. trial and error (correggersi in corsa),  per cui ben vengano consigli e anche le critiche purché veramente innovative .

 

Vincenzo Renna

 

 

 

About redazione

Guarda anche

Un malore improvviso e poi il decesso. Succede ora a Santa Maria al bagno

Accusa un malore mentre è in spiaggia a fare il bagno e, nonostante le manovre …