mercoledì , 21 Aprile 2021

Ancora il Bando per Portoselvaggio sotto la lente di ingrandimento

Su  Gazzetta e Quotidiano, alla pagina di Nardò, nonché sui siti online della stessa città in data odierna, il gruppo consiliare di maggioranza del comune di Nardò  “ Impegno Civile “, critica i contenuti del bando di gara per la gestione del Parco di Porto Selvaggio e chiede fortemente e pubblicamente al Sindaco la revoca del bando stesso. Dello stesso avviso non sarebbe l’assessore Maglio, ma mi permetto di ipotizzare che il Sindaco condivida  la posizione dei consiglieri Antonazzo, Calabrese, e Personè. Io personalmente, condivido pienamente tutto ciò che è nel contenuto del documento consegnato al Sindaco dai componenti del gruppo di Impegno Civile.

Su  Gazzetta e Quotidiano, alla pagina di Nardò, nonché sui siti online della stessa città in data odierna, il gruppo consiliare di maggioranza del comune di Nardò  “ Impegno Civile “, critica i contenuti del bando di gara per la gestione del Parco di Porto Selvaggio e chiede fortemente e pubblicamente al Sindaco la revoca del bando stesso. Dello stesso avviso non sarebbe l’assessore Maglio, ma mi permetto di ipotizzare che il Sindaco condivida  la posizione dei consiglieri Antonazzo, Calabrese, e Personè. Io personalmente, condivido pienamente tutto ciò che è nel contenuto del documento consegnato al Sindaco dai componenti del gruppo di Impegno Civile. Ritengo doveroso ricordare che circa 10 giorni fa il sottoscritto pubblicamente ebbe a condividere il grido di allarme delle locali associazioni che vedevano compromessa la loro partecipazione al bando ritenendolo e definendolo un bando “ Esclusivo “. Dopo qualche giorno giunse un comunicato dell’assessore Maglio nel quale lo stesso si dichiarava sorpreso delle lamentele delle varie associazioni ( Avanguardie, Cooperativa FDM, Cooperativa Fluxus e Cooperativa Terramare Teatro). Proprio dal comunicato dell’assessore Maglio mi convinco che le associazioni di cui sopra hanno perfettamente ragione, in quanto lo stesso assessore nel suo comunicato afferma che : “ il bando di gara è stato elaborato da parte di tecnici competenti su criteri oggettivi che richiamano quelli del bando di gara per Torre Guaceto e Rauccio “. Da quest’ultima affermazione dell’assessore Maglio io credo che saranno in molti, me compreso, che si pongono una domanda: “ Forse in base ai cosiddetti criteri oggettivi ad aggiudicarsi il bando potrebbe essere chi già gestisce Torre Guaceto e Rauccio “ ?  Tutto ciò premesso, ritengo che quanto detto sia condivisibile anche dal nostro Sindaco alla luce soprattutto di quanto egli stesso sottoscrisse nel programma elettorale per le Amministrative 15 e 16 maggio 2011, al punto 1, e cioè “ il rispetto scrupoloso della trasparenza e dei criteri di massima limpidezza amministrativa e gestionale”. Il bando di cui sopra a mio avviso non rispetta tali criteri.

 

Giovanni Siciliano  consigliere provinciale

 

 

 

 

About redazione

Guarda anche

Un malore improvviso e poi il decesso. Succede ora a Santa Maria al bagno

Accusa un malore mentre è in spiaggia a fare il bagno e, nonostante le manovre …