martedì , 20 Aprile 2021

"Et voilà! E le paline scomparvero…"

Scoprite cosa manca in questa foto!

Si, le paline con le informazioni storiche sui monumenti sono state asportate pomeriggio-tempo! Autori? No, non i soliti vandali o qualche giovinastro scapestrato. Un blitz fugace di un operaio, pare accompagnato dall’assessore Maglio, ha ripulito la Piazza principale della nostra Città degli unici presidi che informano i turisti su ciò che stanno ammirando.

Scoprite cosa manca in questa foto!

Si, le paline con le informazioni storiche sui monumenti sono state asportate pomeriggio-tempo! Autori? No, non i soliti vandali o qualche giovinastro scapestrato. Un blitz fugace di un operaio, pare accompagnato dall’assessore Maglio, ha ripulito la Piazza principale della nostra Città degli unici presidi che informano i turisti su ciò che stanno ammirando. 

Chi ha assistito alla scena (ed erano numerosi i cittadini presenti ieri in piazza) non ha potuto non notare la presenza dell’assessore. Un blitz in piena regola, flessibile alla mano, l’operaio ha segato il palo in ghisa. Viene spontaneo chiedersi se tutto ciò sia stato preceduto o meno da qualche autorizzazione, o se questa, come talvolta accade in questa Città, sarà chiesta dopo che il danno è stato fatto. Nei giorni scorsi anche la fontana di Piazza Castello è stata interessata da lavori, e anche in questo caso in molti hanno potuto notare lo stesso “direttore dei lavori” che seguiva gli autospurghi intenti ad aspirare l’acqua dalla stessa. Il motivo di tanto impegno da parte del solerte assessore? Accontentare i produttori del film che in queste ore si sta girando nel nostro Centro Storico. 

Al di là della validità o meno delle motivazioni che spingono gli amministratori a tanto impegno, la cosa che stupisce è come nella nostra Città si possa operare senza rispetto alcuno delle regole e in spregio ad ogni regola elementare di Amministrazione della Cosa Pubblica! Se le notizie in nostro possesso corrispondono al vero, infatti, tutto è avvenuto senza alcuna autorizzazione preventiva, con i nostri amministratori che, probabilmente, ritengono di agire come se fossero a casa propria, prendendo iniziative in piena autonomia e senza consultare nessuno!

E così ci ritroviamo senza paline. E “riattaccarle” non sarà cosa semplice. Dal momento che erano in ghisa, probabilmente dovranno essere sostitute. E le spese a carico di chi saranno? Eppure sembrava che a queste paline i nostri amministratori fossero affezionati. Chi non ricorda la foto che a Natale immortalava il primo cittadino mentre le ripuliva con cura dalle cacche dei piccioni.

 

Noi siamo stanchi delle migliaia di segnalazioni e comunicazioni fatte in questi anni, e seguendo il consiglio datoci dal consigliere Sergio Orlando, nelle prossime ore passeremo alle vie di fatto sporgendo denuncia perché si verifichi se alla base della distruzione delle paline vi siano stati o meno atti amministrativi. Saranno le Autorità a verificare come siano andate veramente le cose e se vi siano responsabili.

 

Pippi Mellone

Consigliere comunale

Comunità Militante

Andare Oltre

 

Oronzo Capoti

Consigliere comunale

Nuovocorso per Nardò

 

Paolo Maccagnano

Consigliere comunale

Noi X Nardò

 

 

 

 

About redazione

Guarda anche

Un malore improvviso e poi il decesso. Succede ora a Santa Maria al bagno

Accusa un malore mentre è in spiaggia a fare il bagno e, nonostante le manovre …