mercoledì , 21 Aprile 2021

Berlusconi sbanca a Bari 150.000 presenze con Nardò e Lecce in prima fila ***CON FOTO***

In attesa del suo arrivo, la folla della libertà  si prepara con cartelloni e canti, per accogliere il leader  del PDL, Silvio Berlusconi .L’obiettivo dell’evento è  quello di illustrare le proposte per il rilancio del Paese e rinnovare costantemente la fiducia dei  sostenitori  che,  ancora una volta, non  deludono le aspettative. In piazza della Prefettura, quasi cento cinquanta mila  presenze, dalla Puglia in particolare, la presenza maggiore si è contata  tra gli spettatori di Lecce ,Nardò.

In attesa del suo arrivo, la folla della libertà  si prepara con cartelloni e canti, per accogliere il leader  del PDL, Silvio Berlusconi .L’obiettivo dell’evento è  quello di illustrare le proposte per il rilancio del Paese e rinnovare costantemente la fiducia dei  sostenitori  che,  ancora una volta, non  deludono le aspettative. In piazza della Prefettura, quasi cento cinquanta mila  presenze, dalla Puglia in particolare, la presenza maggiore si è contata  tra gli spettatori di Lecce ,Nardò.Illustri presenze a sostegno del premier, tra dirigenti di partito ed esponenti a qualsiasi livello, dal segretario nazionale Angelino Alfano al capogruppo alla Camera Renato Brunetta,Gaetano Quagliariello ai parlamentari Fabrizio Cicchitto e Renata Polverini,  il vicepresidente della Camera Maurizio Lupi  ecc.. Sono tanti anche i politici salentini, tra cui il presidente della Provincia di Lecce  Antonio Gabellone e il consigliere provinciale  Mino Frasca

Tanti i temi affrontati. A partire dagli attacchi alla magistratura “Berlusconi “è tornato a bacchettare i magistrati “invitandoli”  ad assumersi le loro responsabilità su errori riguardante le vicende che lo vedono, anche in questi casi, protagonista assoluto di un probabile  accanimento giudiziario . 

Non  ha trattenuto critiche  per la Merkel ,Bersani , Grillo , Vendola   confermando ancora una volta la sua volontà di candidarsi a Presidente del Consiglio,  rinnovando la promessa agli italiani, garantendo di modificare  il mostro chiamato Equitalia, abolire l’Irap, introdurre il quoziente familiare, tagliare le tasse sul lavoro; per il bene dell’Italia aggiunge ancora “si deve andare subito al voto, solo cosi possiamo aprire una speranza di crescita del nostro paese “.

Un coro  finale, nella piazza gremita dai presenti , saluta la conclusione del discorso di Berlusconi.

 

About redazione

Guarda anche

Un malore improvviso e poi il decesso. Succede ora a Santa Maria al bagno

Accusa un malore mentre è in spiaggia a fare il bagno e, nonostante le manovre …