martedì , 20 Aprile 2021

"Incarichi legali. Il lupo perde il pelo ma non il vizio"

Incarichi legali come se piovesse.

La Giunta Risi perde il pelo ma non il vizio. Ancora incarichi legali esterni. Stavolta a beneficiarne è un avvocato di Corato (Bari). Con delibera di Giunta comunale nr.109 dell’8 aprile scorso, Risi e i Suoi affidano ad un legale barese l’incarico di costituirsi in giudizio contro il reclamo proposto dal neo dirigente del Settore Commercio, il dott. Gabriele Falco. Altri 4.954,95 euro per la difesa dell’Amministrazione nel suddetto giudizio.

Incarichi legali come se piovesse.

La Giunta Risi perde il pelo ma non il vizio. Ancora incarichi legali esterni. Stavolta a beneficiarne è un avvocato di Corato (Bari). Con delibera di Giunta comunale nr.109 dell’8 aprile scorso, Risi e i Suoi affidano ad un legale barese l’incarico di costituirsi in giudizio contro il reclamo proposto dal neo dirigente del Settore Commercio, il dott. Gabriele Falco. Altri 4.954,95 euro per la difesa dell’Amministrazione nel suddetto giudizio.

Un giudizio assai importante visto che ad essere in ballo è la contestatissima rotazione dei dirigenti che ha portato il dott. Falco ad essere spodestato dal settore economico finanziario e l’arrivo a Nardò della luminare (così la definiscono i Risi boys), dott.ssa Maria Josè Castrignanò. Dovesse spuntarla il dott. Falco a cadere sarebbe tutto il castello burocratico-amministrativo messo in piedi in questi mesi.

Insomma una questione spinosa. E per la stessa Risi ha pensato bene d’affidarsi ad un luminare del “gius lavorismo”, già esperto e collaboratore di ANCI ed ANCITEL.

Un’abitudine che non viene meno neanche alla luce di un valente e cospicuo ufficio legale del Comune di Nardò, composto da 3 elementi ed interpellato in circostanze come questa solo di rado a vantaggio di legali esterni. E le spese per incarichi legali lievitano…

“L’ennesimo incarico è stato affidato dalla Giunta più spendacciona che si ricordi.  Mentre in tutta Italia si fa un gran parlare di risparmio e taglio agli sprechi, a Nardò, tanto per cambiare, si va nella direzione diametralmente opposta. Un’azione ancor più insensata alla luce della possibilità di attingere ad uno staff interno di legali. Ed intanto i debiti fuori bilancio crescono di quantità e numero. Domani ne verranno discusse due prime grandi tranches nel corso di una apposita Commissione Bilancio. Ma ciò sembra non insegnare molto all’Amministrazione Risi che sembra non imparare nulla dagli errori del passato”.

 

Pippi Mellone

Consigliere comunale

Comunità Militante

Andare Oltre

 

 

 

 

About redazione

Guarda anche

Un malore improvviso e poi il decesso. Succede ora a Santa Maria al bagno

Accusa un malore mentre è in spiaggia a fare il bagno e, nonostante le manovre …