martedì , 20 Aprile 2021

FARMACIA COMUNALE: “SI ANNULLI L’ASSUNZIONE E SI FACCIA UN BANDO PUBBLICO”

Il consigliere provinciale del Pdl Mino Frasca chiede l’annullamento dell’assunzione di una unità lavorativa nella farmacia comunale di Nardò. La richiesta arriva dopo l’intervento del presidente della commissione di Controllo e Garanzia al Comune di Nardò Alessandro Presta, che nei giorni scorsi aveva invitato i vertici della società che gestisce la farmacia ad un po’ di chiarezza sulle procedure seguite per l’assunzione.

Il consigliere provinciale del Pdl Mino Frasca chiede l’annullamento dell’assunzione di una unità lavorativa nella farmacia comunale di Nardò. La richiesta arriva dopo l’intervento del presidente della commissione di Controllo e Garanzia al Comune di Nardò Alessandro Presta, che nei giorni scorsi aveva invitato i vertici della società che gestisce la farmacia ad un po’ di chiarezza sulle procedure seguite per l’assunzione.

“Con la tracotanza di chi pensa di non dover dare spiegazioni a nessuno – dice Frasca – il presidente Spano non ha fornito alcuna risposta alle sollecitazioni del consigliere Presta, che credo abbia fatto una richiesta legittima nella sua qualità di presidente della commissione di Controllo e Garanzia e anche di cittadino. Capisco che l’assunzione è necessaria per il nuovo e utilissimo servizio di domiciliazione dei farmaci, ma questo non esime dal muoversi a piacimento a dispetto delle regole e della trasparenza che è dovuta a una società partecipata dal Comune di Nardò per il 51%. Quale procedura si è adottata per procedere all’assunzione? E’ stato seguito un qualche percorso di evidenza pubblica tale da consentire anche ad altri di aspirare a questa postazione lavorativa? Se prima avevamo qualche comprensibile sospetto, adesso il silenzio del presidente Spano e dell’amministrazione comunale ci porta al convincimento che si sia trattato di un’assunzione del tutto discrezionale e quindi clientelare. Siamo pronti naturalmente a ricrederci se dovessero arrivare spiegazioni in senso contrario.

Per il momento – continua – mi preme chiedere a Spano l’annullamento di questa assunzione e la messa a punto di un bando pubblico che consenta ad altri cittadini di partecipare. E’ una questione di trasparenza e di correttezza. E naturalmente chiedo al sindaco Risi di intervenire e di fornire la sua versione dei fatti, di dirci se è al corrente di tutto e che cosa intende fare, visto che a questo punto la questione è anche politica”.

 

 

 

 

About redazione

Guarda anche

Un malore improvviso e poi il decesso. Succede ora a Santa Maria al bagno

Accusa un malore mentre è in spiaggia a fare il bagno e, nonostante le manovre …