martedì , 20 Aprile 2021

"Stop a 17 insediamenti eolici. A 2 era interessato anche il Comune di Nardò"

Apprendiamo dai mezzi d’informazione dello stop deciso dalla Regione Puglia a 17 progetti per insediamenti di impianti eolici con 20 comuni salentini coinvolti. Tra questi anche Nardò, presente in due progetti per 22 pale complessive e 66 megawatt di produzione prevista.

Nel Salento erano previste 186 torri per un costo di realizzazione di 558 milioni di euro. Ogni pala sarebbe costata tra i 2 milioni e mezzo e i 3 milioni di euro. Una selva di tralicci alti 100 metri e di 90 metri di diametro. Veri e propri mostri, insomma. Mostri che avevano trovato la ferrea opposizione oltre che delle associazioni ambientaliste anche degli amministratori più avveduti come il sindaco di Corigliano d’Otranto, Ada Fiore. I progetti presentati nel 2007 da Nextwind poi ceduti a Etirya hanno ricevuto il diniego da parte del dirigente regionale del settore Energia e reti energetiche dandone notizia ai comuni interessati.

 

Peccato che a Nardò se ne sia saputo poco o nulla e che l’Amministrazione, come al solito, non abbia dato comunicazione alcuna al Consiglio e alla Città tutta. Una vittoria per gli ambientalisti che in quegli anni condussero una battaglia serrata contro gli insediamenti selvaggi “monster”, ovvero quelli previsti in aree di pregio, e che oggi possono finalmente cantare vittoria e gridare allo scampato pericolo.

 

Pippi Mellone

Consigliere comunale

Comunità Militante

Andare Oltre

 

 

 

About redazione

Guarda anche

Un malore improvviso e poi il decesso. Succede ora a Santa Maria al bagno

Accusa un malore mentre è in spiaggia a fare il bagno e, nonostante le manovre …