martedì , 24 Novembre 2020

"Largo ai giovani,ai violenti,ai temerati" Lotta Studentesca Nardò

“Largo ai giovani, ai violenti, ai temerari!”, così recitavano i manifesti futuristi dei primi del novecento, che con questo appello miravano a suscitare gli animi di una gioventù che poi, in futuro, creò una vera e propria rivoluzione sociale, ideologica e spirituale. Ad oggi quelle parole e quei manifesti, che fecero tanto ardore tra giovani, e non solo, di quell’epoca, non avrebbero alcun effetto, né positivo né negativo, tra la gioventù odierna.

“Largo ai giovani, ai violenti, ai temerari!”, così recitavano i manifesti futuristi dei primi del novecento, che con questo appello miravano a suscitare gli animi di una gioventù che poi, in futuro, creò una vera e propria rivoluzione sociale, ideologica e spirituale. Ad oggi quelle parole e quei manifesti, che fecero tanto ardore tra giovani, e non solo, di quell’epoca, non avrebbero alcun effetto, né positivo né negativo, tra la gioventù odierna.

Una generazione, quella dei giovani, troppo occupata a dimenarsi con giochetti, inutili smartphone e ridicoli social network, ad ostentare usi, costumi e valori che trovano origine in una realtà distorta e apparente, come quella della televisione, della droga e dello sballo, che possiamo porre come cause primarie di questa decadenza.

 

Se ad oggi ci troviamo milioni di giovani incapaci di intraprendere una propria strada e una propria vita, senza dover far riferimento a genitori o parenti, è anche colpa di questi terrificanti e diabolici strumenti. Migliaia di persone, un tempo motivate da valori ideali forti, che facevano dell’individuo stesso il fulcro di ogni cosa, ora, sono mosse come burattini da televisioni, droghe e quant’altro  che, con un gran lavaggio del cervello, sono riuscite a radicarsi all’interno di ogni essere umano, soprattutto nelle menti fresche e più labili dei giovani e a renderli schiavi di una realtà che apparentemente li fa credere liberi, ma che invece li svuota e li priva di ogni valore o idea, facendo sprofondare ogni individuo verso il fondo.

 

Fare un appello, quindi, o un manifesto come quello futurista, ad oggi, mirato a risvegliare gli animi assopiti di questi giovani, sembra sempre più impossibile e quasi inutile, dato che potrebbe essere distorto anche il significato di questo; in quest’epoca ormai governata dal relativismo, dall’egoismo, dove anche i messaggi e le idee, dove la decadenza verso il baratro è sempre più vicina, non c’è altro da fare che aspettarsi il peggio.

 

Lotta Studentesca Nardò

 

 

 

About redazione

Guarda anche

Un malore improvviso e poi il decesso. Succede ora a Santa Maria al bagno

Accusa un malore mentre è in spiaggia a fare il bagno e, nonostante le manovre …