domenica , 29 Novembre 2020

Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile

Invitiamo il Sindaco a firmare il Patto dei Sindaci (cosa già fatta da moltissimi Comuni salentini) che  impegna ad inviare il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile entro l’anno successivo alla data di adesione formale. Questo Piano rappresenta un documento strategico volto a dimostrare in che modo l’amministrazione comunale intende raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni di anidride carbonica entro il 2020 e, poiché l’impegno del Patto interessa l’intera perimetrazione cittadina, il Piano d’azione deve includere azioni concernenti sia il settore pubblico sia quello privato.

Invitiamo il Sindaco a firmare il Patto dei Sindaci (cosa già fatta da moltissimi Comuni salentini) che  impegna ad inviare il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile entro l’anno successivo alla data di adesione formale. Questo Piano rappresenta un documento strategico volto a dimostrare in che modo l’amministrazione comunale intende raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni di anidride carbonica entro il 2020 e, poiché l’impegno del Patto interessa l’intera perimetrazione cittadina, il Piano d’azione deve includere azioni concernenti sia il settore pubblico sia quello privato.

 

In linea di principio, i suddetti Piani dovrebbero contenere  iniziative nei seguenti settori:

  • Ambiente urbanizzato, inclusi edifici di nuova costruzione e ristrutturazioni di grandi dimensioni
  • Infrastrutture urbane (teleriscaldamento, illuminazione pubblica, reti elettriche intelligenti ecc.)
  • Pianificazione urbana e territoriale
  • Fonti di energia rinnovabile decentrate
  • Politiche per il trasporto pubblico e privato e mobilità urbana
  • Coinvolgimento dei cittadini e, più in generale, partecipazione della società civile
  • Comportamenti intelligenti in fatto di energia da parte di cittadini, consumatori e aziende

 In varie aree di attività dei governi locali e regionali si possono introdurre misure di efficienza energetica, progetti sulle energie rinnovabili e altre azioni correlate all’energia. Il Patto dei Sindaci concerne azioni a livello locale che rientrino nelle competenze dei governi locali, i quali dovranno adoperarsi in molte, se non tutte, le loro aree di attività, in veste di:

  • Consumatori e fornitori di servizi;
  • Pianificatori, sviluppatori e regolatori;
  • Consiglieri e modelli di comportamento;
  • Produttori e fornitori.

I Piani d’azione per l’energia sostenibile devono essere condivisi con la società civile e quelli con un elevato grado di partecipazione dei cittadini avranno maggiori possibilità di garantirsi continuità nel lungo periodo e di raggiungere i propri obiettivi.

Per il Comune di Nardò, dotarsi di questa importante pianificazione, oltre che per i noti benefici ambientali, potrebbe significare beneficiare di notevoli strumenti finanziari messi a disposizione (proprio per incentivare alcune azioni inserite nei Piani d’Azione per lo Sviluppo Sostenibile) a livello europeo attraverso programmi finalizzati allo sviluppo sostenibile.

Noi x Nardò 

 

Mino Natalizio – coordinatore 

Paolo Maccagnano – consigliere comunale

 

About redazione

Guarda anche

Un malore improvviso e poi il decesso. Succede ora a Santa Maria al bagno

Accusa un malore mentre è in spiaggia a fare il bagno e, nonostante le manovre …