sabato , 28 Novembre 2020

”I Teatri di Terranova”

E’ partita lunedì  10 giugno la seconda edizione de ”I Teatri di Terranova”, laboratorio teatrale nella natura organizzato da “Terramare Teatro” in collaborazione con il Comune, assessorato alla Cultura e Istruzione.

Ricostruiamo la “Città nel bosco”  vivendo la natura  attraverso il teatro e la musica: è e sarà questo il motivo ispiratore delle attività in programma per oltre venti bambini/e sino al prossimo 29 giugno.

Dopo il successo dell’edizione dello scorso anno, torna anche per l’estate la preziosa collaborazione con TerramMare Teatro”-  ha dichiarato l’assessore Carlo Falangone  – “che consente di offrire uno spazio creativo e di altro profilo  educativo ad oltre venti bambini che si confronteranno con la dimensione più profonda della natura.

 Mi auguro – ha concluso –  che l’esperienza del Campus a Portoselvaggio  si confermi sempre più come  una buona prassi da promuovere puntando all’arricchimento del bagaglio culturale ed umano  dei nostri bambini “

L’edizione 2013  con la formula del laboratorio immerso nella natura di Portoselvaggio ha coinvolto infatti ventisette tra bambini e bambine, con un’età compresa tra i  sei  e gli undici anni, che per tre settimane si confronteranno con la magia del bosco e con le emozioni  che la natura sa ben suscitare, dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 13, 30.

L’organizzazione del Campus vede anche questa volta  coinvolta l’Amministrazione comunale che mette a disposizione anche  il trasporto da Nardò alla Masseria Torrenova- e ritorno – con lo scuolabus. 

 

            Anche in questa edizione sono previste le escursione nel Parco di Portoselvaggio con le Guide Emanuela Rossi e Salvatore Inguscio di Avanguardie.

 

La novità di questa edizione del laboratorio è la musica, con la collaborazione di Raoul De Razza, un altro linguaggio capace di intercettare la bellezza dei luoghi, e offrire un ulteriore strumento ai ragazzi per esprimerne il valore.

 

Natura, teatro, musica, per tre settimane di gioco imparando a conoscere, rispettare e, soprattutto, vivere il prezioso patrimonio naturalistico ambientale che ci circonda.”- ha spiegato Silvia Civilla, coordinatrice e responsabile di TerramMareTeatro – “ Un esperienza indimenticabile per i ragazzi che dopo i mesi passati nelle aule scolastiche possono liberare i loro corpi e sintonizzare la loro dirompente energia con i ritmi della natura. In parallelo alle tre settimane del campus  – aggiunge – TerramMare ha previsto anche una piccola rassegna di spettacoli serali per famiglie.

            A conclusione del laboratorio è infatti  in agenda, per il 29 giugno, una festa finale dove protagonisti saranno i giovanissimi partecipanti al campus di Torrenova.

           

Il territorio neretino si è confermato così  ricco di spazi naturalistici capaci di offrire spunti progettuali.

L’attenzione della Compagnia TerramMare” ha concluso Slvia  Civilla  – “ ha scelto di posare lo sguardo sul cuore stesso  del Parco di Portoselvaggio, dove, a testimonianza di antichi mondi rurali,sorge la Masseria di Torre Nova caratteristica per la presenza, all’interno della cinta muraria, di un blocco formato da due torri di cui una svela tracce delle proprie origini Normanne e l’altra, la torre “nuova”, appunto, risale certamente al XVI secolo.

La preziosa biodiversità preservata nella zona umida, è certamente uno dei più importanti siti di interesse naturalistico, storico ed archeologico del Salento.

 

Lo STAFF che coordina il laboratorio è formato da Silvia Civilla, Anna Fedele, Raoul De Razza e  Francesca D’Ippolito.

 

 

 

 

 

 

About redazione

Guarda anche

TASSA SPAZZATURA, NUOVA BATOSTA TARGATA MELLONE

Il sindaco conferma l’aumento della Tari introdotto un anno fa (14,5%). Nessun “occhio di riguardo” …