mercoledì , 25 Novembre 2020

"Vendola l'unico responsabile della chiusura del nostro ospedale"

Signor Sindaco,

con riferimento al Vostro invito a presenziare all’incontro con il Direttore del Poliambulatorio di Nardo’, previsto per oggi alle ore 19, il Direttivo e i  Consiglieri del Movimento Impegno Civile Vi comunicano che  presenzieranno all’incontro solo per un impegno morale nei confronti dei cittadini, non intendendo avallare con la loro presenza incontri tesi a propagandare un interesse per l’Ospedale che finora Voi e la gran parte della maggioranza che Vi sostiene non avete mai avuto.

Signor Sindaco,

con riferimento al Vostro invito a presenziare all’incontro con il Direttore del Poliambulatorio di Nardo’, previsto per oggi alle ore 19, il Direttivo e i  Consiglieri del Movimento Impegno Civile Vi comunicano che  presenzieranno all’incontro solo per un impegno morale nei confronti dei cittadini, non intendendo avallare con la loro presenza incontri tesi a propagandare un interesse per l’Ospedale che finora Voi e la gran parte della maggioranza che Vi sostiene non avete mai avuto.

Oggi avete pensato di interrompere il Vostro silenzio e, come se nulla fosse accaduto,  pensate di risolvere il problema incontrando i dipendenti del Poliambulatorio e il  Direttore del Poliambulatorio, ossia soggetti che – con tutto il rispetto dovuto  – non saranno firmatari del Protocollo d’Intesa e non hanno alcun potere d’intervento e/o di contrattazione.

Signor Sindaco,

Il responsabile del disastro provocato con la chiusura dell’Ospedale di Nardò  è e resterà, nella storia di questa nostra Città, il Governatore della Puglia e la sua maggioranza,  in quanto gli altri sono soltanto esecutori d’ordini.

Aggiungiamo che ci assalgono dubbi e perplessità quando veniamo informati che lo stesso Governatore  in una sua visita sul nostro territorio non incontra il Sindaco della Città, la sua Giunta, i Consiglieri Comunali e i cittadini che hanno contribuito notevolmente alla sua elezione. Se a questo aggiungiamo che lo stesso Presidente del Consiglio Comunale non riesce a far presenziare ad una riunione dello stesso, richiesta a termini di Statuto Comunale, l’Assessore alla Sanità forse qualche  motivo ci sarà.

A proposito, poi, del Protocollo d’Intesa, il Direttivo e il Gruppo di Impegno Civile ha più volte dichiarato in tutte le sedi, presentando documenti anche nell’ultima riunione di maggioranza, che non riconosce l’esclusività  di firmare alcun Protocollo d’Intesa,  aldilà del contenuto dello stesso, perché così facendo si dichiarerà  che l’intera Città ACCETTA LA CHIUSURA DELL’OSPEDALE  e la sua trasformazione in un Poliambulatorio. Per tale motivo, Impegno Civile ha  chiesto a Voi ed a tutte le forze politiche, Movimenti ed Associazione di  costituire un Comitato per un REFERENDUM  CONSULTIVO  al fine di consentire una partecipazione libera e democratica della gente su di un problema importante come quello della salute.

Rileviamo, altresì, che il Protocollo d’Intesa, se sottoscritto, conterrà le firme del Sindaco della Città, del Direttore Provinciale  dell’ASL e del Governatore della Puglia.

Pertanto, il Direttore del Poliambulatorio di Nardò ha solo dovere d’informazione se a tanto è delegato, perché deve limitarsi, per quello che è il suo ruolo, alle disposizioni che gli sono state impartite dal Direttore Provinciale dell’ASL di Lecce  sulla base delle direttive del Governatore della Regione Puglia.

Signor Sindaco,

noi abbiamo grande  rispetto delle Istituzioni e per questo avremmo preferito un Vostro impegno in altri tempi ma soprattutto  nei confronti del Governatore Vendola  che Vi ha sostenuto con un impegno poi platealmente disatteso di un potenziamento dell’Ospedale.

Signor Sindaco,

nella più assoluta buona fede, noi vorremmo evitare che nel futuro questa nostra Città si ricordasse di Voi e della Amministrazione che Vi sostiene, quasi come una sorta di calamità per il popolo di Nardò.

 

        IL DIRETTIVO

                                                                                                                                                                                                           

 

 

 

 

About redazione

Guarda anche

Un malore improvviso e poi il decesso. Succede ora a Santa Maria al bagno

Accusa un malore mentre è in spiaggia a fare il bagno e, nonostante le manovre …