mercoledì , 25 Novembre 2020

La pulizia non abita a Nardò

Gli articoli di stampa alla pagina di Nardò, ieri hanno riportato la notizia della nomina del Sindaco di Nardò a Presidente della ARO 6, oggi sempre alla pagina di Nardò gli articoli di stampa  riportano la notizia delle lamentele di villeggianti abituali delle nostre marine sulla scarsa pulizia delle spiagge, il mancato diserbamento in zone cruciali delle marine e in molti casi la mancanza di cassonetti per la raccolta di Rifiuti Solidi Urbani, il cattivo funzionamento di parecchi di essi che non pochi problemi crea alle persone anziane e spesso anche il dover registrare eventuali sacchetti di immondizia nei pressi dei cassonetti che lasciamo facilmente immaginare che gli stessi, non vengono svuotati regolarmente.

Gli articoli di stampa alla pagina di Nardò, ieri hanno riportato la notizia della nomina del Sindaco di Nardò a Presidente della ARO 6, oggi sempre alla pagina di Nardò gli articoli di stampa  riportano la notizia delle lamentele di villeggianti abituali delle nostre marine sulla scarsa pulizia delle spiagge, il mancato diserbamento in zone cruciali delle marine e in molti casi la mancanza di cassonetti per la raccolta di Rifiuti Solidi Urbani, il cattivo funzionamento di parecchi di essi che non pochi problemi crea alle persone anziane e spesso anche il dover registrare eventuali sacchetti di immondizia nei pressi dei cassonetti che lasciamo facilmente immaginare che gli stessi, non vengono svuotati regolarmente.Alla luce di tutto ciò sento il dovere di segnalare pubblicamente al Sindaco, nella mia veste di Vice Presidente della Commissione Provinciale Ambiente, queste gravi inefficienze. Ritengo anche mio diritto e dovere di chiedere scusa ai cittadini per i disservizi, ma invitarli anche pubblicamente che il grado di civiltà e rispetto del territorio dei cittadini di Nardò, si dimostri più forte delle lacune dell’espletamento dei servizi in questione. A tutto ciò aggiungasi anche che con l’estate ormai iniziata spesso si registrano cumuli di rifiuti di ogni genere in corrispondenza di cassonetti davanti a importanti Masserie di interesse storico per esempio ( Carignano Piccolo e Torre dei Colombi) che sono meta di visita di vari turisti. La maleducazione di qualche sporadico cittadino non può essere un alibi degli addetti ai servizi. Sarebbe opportuno, utile ed urgente che il Sindaco istituisse una pattuglia di Polizia Municipale per l’Ambiente che sia  inflessibile e intransigente nel rilevare e quindi contravvenzionare tutto ciò che sia oggetto di trasgressione di cittadini e di mancanza del rispetto di capitolati nei confronti delle Ditte addette ai lavori.

 

Giovanni  Siciliano  Vice Presidente Commissione  Ambiente 

 

 

 

About redazione

Guarda anche

Un malore improvviso e poi il decesso. Succede ora a Santa Maria al bagno

Accusa un malore mentre è in spiaggia a fare il bagno e, nonostante le manovre …