giovedì , 1 Ottobre 2020

Accreditamenti alle cliniche private: assolto l'ex senatore Alberto Tedesco

Alberto Tedesco, ex senatore, è stato prosciolto nell’udienza preliminare scaturita dall’inchiesta della Procura di Bari sul sistema di accreditamento delle cliniche private con il sistema sanitario regionale pugliese.

Alberto Tedesco, ex senatore, è stato prosciolto nell’udienza preliminare scaturita dall’inchiesta della Procura di Bari sul sistema di accreditamento delle cliniche private con il sistema sanitario regionale pugliese
E’ stato il gup del Tribunale di Bari, Roberto Oliveri del Castillo, a disporre il non luogo a procedere per l’ex assessore regionale alla Sanità con riferimento a tutti i capi d’imputazione che la Procura gli contestava.
Assieme a Tedesco, sono stati assolti, “perché il fatto non sussiste” altri sei imputati che avevano scelto il rito abbreviato e cioè l’ex direttore generale dell’Asl Bari, Nicola Pansini, l’ex direttore sanitario della stessa Asl, Alessandro Calasso, ex direttore amministrativo dell’Asl Bari Francesco Lippolis, l’ex direttore generale dell’agenzia regionale per la Sanità (l’Ares) Mario Morlacco, l’allora dirigente del settore Programmazione e gestione sanitaria della Regione Puglia, Fulvia Tamma, Giannantonio Daddabbo, ex direttore dipartimento Prevenzione del servizio igiene pubblica dell’Asl barese.
L’inchiesta era stata avviata nel 2006 da alcuni accertamenti sull’apertura della clinica Kentron di Putignano.
Secondo gli inquirenti baresi, Vendola e la sua giunta, tra il 2005 e il 2006, sarebbero stati tratti in errore dall’allora assessore Tedesco. Il presunto inganno sarebbe costato alle casse regionali circa 7,8 milioni.

About redazione

Guarda anche

Gravissimo incidente domestico

Un gravissimo incidente domestico si è verificato in questi minuti a Nardò, in via San …