venerdì , 25 Settembre 2020

L’assessore Marinaci interviene sul campo in località “Scianne”

L’assessore alle attività produttive Giancarlo Marinaci interviene in merito alle questioni riguardanti il campo allestito in località “Scianne”. “Il tempo è scaduto. E si allude al tempo dell’emergenza.  Spesso è comodo sindacare sull’impiego di modelli che poi restano solo teorici e assolutamente vacui.  In una fase estremamente critica come l’attuale un Ente, se chiamato, deve dare risposte rapide e soprattutto concrete. La struttura in località Scianne è stata approntata in tempi rapidi, dispone di 14 tende, e di 70 posti letto, è dotata di dieci bagni chimici, acqua e docce, e sarà provvista di area parcheggio e di maggiori controlli perché si opererà nel rispetto delle regole.

L’assessore alle attività produttive Giancarlo Marinaci interviene in merito alle questioni riguardanti il campo allestito in località “Scianne”. “Il tempo è scaduto. E si allude al tempo dell’emergenza.  Spesso è comodo sindacare sull’impiego di modelli che poi restano solo teorici e assolutamente vacui.  In una fase estremamente critica come l’attuale un Ente, se chiamato, deve dare risposte rapide e soprattutto concrete. La struttura in località Scianne è stata approntata in tempi rapidi, dispone di 14 tende, e di 70 posti letto, è dotata di dieci bagni chimici, acqua e docce, e sarà provvista di area parcheggio e di maggiori controlli perché si opererà nel rispetto delle regole.Il piano è frutto della collaborazione tra più istituzioni, Comune di Nardò e Prefettura. Sul costo incidono anche altri punti di raccolta non autorizzati che saranno comunque serviti da acqua potabile e bagni chimici. Stupisce che la polemica giunga proprio da chi ha sempre detto che “i diritti universali dei cittadini sono bandiere da sventolare”. Naturalmente se gli amici di Sel vogliono dare una mano saranno i benvenuti, vengano a collaborare rimboccandosi le maniche. Siamo dell’avviso che un territorio abbia il sacrosanto dovere della solidarietà e dell’accoglienza”. Sulla questione interviene anche il consigliere comunale Michele Muci che ribadisce che “Il campo è stato allocato in quella località non certo a caso. Ma in quanto punto strategico, proprio perché nelle immediate vicinanze vi è la maggiore superficie coltivata ad angurie. Il luogo è inoltre facile da raggiungere perché a ridosso delle strade provinciali Nardò-Leverano, Nardò-Copertino e Nardò-Avetrana. E gli immigrati si spostano utilizzando mezzi propri. L’assessore Marinaci ed il consigliere Muci ringraziano inoltre le aziende che hanno collaborato alla realizzazione del campo, nonostante il mercato dell’anguria versi in grande difficoltà.  

 

 

 

About redazione

Guarda anche

Un malore improvviso e poi il decesso. Succede ora a Santa Maria al bagno

Accusa un malore mentre è in spiaggia a fare il bagno e, nonostante le manovre …