domenica , 27 Settembre 2020

Portoselvaggio da bomboniera a latrina

Il Parco di Portoselvaggio, nel bel mezzo della stagione turistica (e ormai assediato da turisti), si presentava domenica scorsa più come una “latrina naturale” che come un’Area Protetta, orgoglio del Salento quale dovrebbe essere.

Il Parco di Portoselvaggio, nel bel mezzo della stagione turistica (e ormai assediato da turisti), si presentava domenica scorsa più come una “latrina naturale” che come un’Area Protetta, orgoglio del Salento quale dovrebbe essere.

In qualità di Vice Presidente della Commissione Ambiente della Provincia, e come neritino impegnato in politica abituato ad ascoltare quotidianamente i problemi della gente, ho avuto modo di raccogliere le legittime proteste di alcuni neritini fruitori del Parco che si sono detti indignati per come, al 22 Luglio, l’amministrazione comunale non avesse provveduto a posizionare i bagni mobili all’interno di Portoselvaggio costringendo le ormai migliaia di fruitori (la cui maggioranza si sa, trascorre l’intera giornata in quello splendido e protetto tratto di costa) a fare i propri “bisogni” in ogni angolo dell’Area Protetta soprattutto a ridosso della rinomata spiaggetta.

A dimostrazione di ciò, mi hanno fornito della documentazione fotografica che, nel guardare, ha suscitato in me un sentimento di vergogna e di umiliazione come neritino e politico, e per questo faccio mea culpa pur non avendo responsabilità diretta sulla questione.

Sono sicuro, però, che chi dovrebbe nascondere la testa sotto la sabbia, in quanto come assessore all’ambiente responsabile di tutto ciò, sicuramente correrà ai ripari provvedendo a far mettere i servizi igienici (ormai a fine Luglio – sigh!), almeno si spera…

E’ del tutto evidente che non basta intercettare finanziamenti (cosa che ormai avviene quasi a “pioggia” per le Aree Protette di Puglia). Per prendersi cura di Portoselvaggio occorre innanzitutto “amarlo”, e questo è un sentimento che nessuna delega assessorile può dare. Amarlo, sapendo agire prima che nascano i problemi e non a danno ormai fatto.

 

Giovanni Siciliano – Vice Presidente Commissione Ambiente della Provincia di Lecce

 

 

 

 

 

 

About redazione

Guarda anche

Un malore improvviso e poi il decesso. Succede ora a Santa Maria al bagno

Accusa un malore mentre è in spiaggia a fare il bagno e, nonostante le manovre …