lunedì , 28 Settembre 2020

Balla, balla ballerino. **CON FOTO**

Nella notte blitz simbolico dei militanti di Andare Oltre che hanno fissato, agli ingressi della Città, accanto ai tradizionali cartelli: “Nardò, Città di Pace”, “Nardò, Città dell’Accoglienza”, “Nardò, Comune d’Europa”, anche il più prosaico “Nardò, Città della danza”! Un modo per dire un fermo “no!” (l’ennesimo) ai continui contributi economici elargiti alle associazioni sportive dilettantistiche di danza da parte della giunta Risi.

 

Nella notte blitz simbolico dei militanti di Andare Oltre che hanno fissato, agli ingressi della Città, accanto ai tradizionali cartelli: “Nardò, Città di Pace”, “Nardò, Città dell’Accoglienza”, “Nardò, Comune d’Europa”, anche il più prosaico “Nardò, Città della danza”! Un modo per dire un fermo “no!” (l’ennesimo) ai continui contributi economici elargiti alle associazioni sportive dilettantistiche di danza da parte della giunta Risi.
“Da anni denunciamo gli sprechi della politica, e della Giunta Risi in particolar modo. Da anni ci opponiamo allo sperpero di soldi perpetrato con la concessione di contributi economici e patrocini alle “scuole di danza”. E dopo 2 anni dall’insediamento del Governo Risi, il problema è ormai di tutta evidenza e sotto gli occhi di tutti.

17.819 euro sono stati “investiti” in balletti solo nell’ultimo anno. Una spesa d’importo così elevato grida vendetta! Soldi che sarebbero potuti essere utilizzati per fare e rifare strade malandate, per fornire ai nostri concittadini pubblica illuminazione nelle tante aree che ne sono ancora sprovviste, per garantire politiche sociali più adeguate, per donare polmoni verdi alla nostra città, per abbattere Imu e Tares, e che invece sono stati sperperati. In una parola, quei soldi potevano essere investiti per il “Buongoverno della Città”. Ma si sa, è più semplice per i nostri amministratori elargire contributi a destra e a manca, senza distinzione alcuna. E così, mentre il calcio a Nardò affonda e il basket, nonostante privati illuminati, rischia di disputare le gare di C fuori casa (a causa d’amministratori appisolati), contributi a pioggia vengono concessi per la danza, sport cittadino! Quasi 20 mila euro in meno di un anno (dal luglio 2012 al luglio 2013) con contributi d’importo variabile riconosciuti attraverso ben 16 delibere di Giunta. Delibere di Giunta adottate anche quando l’attività della stessa era sospesa. Ma si sa, per Risi ed i suoi il ballo è “indifferibile ed urgente” più di ogni altra questione. Trattasi, infatti, scusate il gioco di parole, di Giunta ballerina. Ma si sa, le priorità producono emergenze.

Uno spreco senza senso alcuno. Nelle prossime ore diffonderemo, come da anni ormai facciamo, un manifesto, frutto come sempre d’autofinanziamento, per le principali vie cittadine, informando la cittadinanza su come vengono spesi i nostri soldi in un momento di gravissima crisi economica. Speriamo così di sensibilizzare la cittadinanza ad una scelta più oculata degli Amministratori del futuro, punendo chi elargisce allegramente i nostri soldi.

Comunità Militante
Andare Oltre

About redazione

Guarda anche

Gravissimo incidente domestico

Un gravissimo incidente domestico si è verificato in questi minuti a Nardò, in via San …