lunedì , 28 Settembre 2020

Grande successo per "Festa a Casu"

Premetto che gli organizzatori mi hanno offerto un paio di birre per cui quello che scriverò sarà di parte.
“Festa a Casu”. Centro storico gremito, finalmente una Chiesa aperta sino a tarda ora, tanti volti nuovi e, soprattutto, tanti bei soldini che entrano nelle tasche di attività neritine. Si potrebbe riassumere così il primo atto della festa che si è tenuta ieri e che proseguirà nella giornata di oggi nella nostra città.

Premetto che gli organizzatori mi hanno offerto un paio di birre per cui quello che scriverò sarà “di parte”.
“Festa a Casu”. Centro storico gremito, finalmente una Chiesa aperta sino a tarda ora, tanti volti nuovi e, soprattutto, tanti bei soldini che entrano nelle tasche di attività neritine. Si potrebbe riassumere così il primo atto della festa che si è tenuta ieri e che proseguirà nella giornata di oggi nella nostra città.
“Festa a casu” è la testimonianza che Nardò è viva e può, se una manifestazione è organizzata bene e curata nei minimi dettagli, richiamare residenti, turisti e, finalmente, abitanti dei paesi della provincia di Lecce.
Uno dei centri storici più belli del Salento e non solo, ma anche uno dei meno sfruttati e dei più “abbandonati” d’Italia, è tornato ad essere per un giorno il cuore pulsante della città. Come al solito ci hanno dovuto pensare i privati, ma questo oramai è un dato di fatto. Tanti i motivi per andare a fare visita a questa festa: dalle tante varietà di formatti presenti, alle fritture di pesce dai panini con la carne alla birra e perché no anche alla musica. Un mix esplosivo che ha portato in piazza migliaia di vistaitori. Merito degli organizzatori aver reso la manifestazione meno caotica rispetto all’anno scorso grazie alla “spalmatura” in due serate ed all’ampliamento dell’area stands.
Insomma, una serata perfetta che potrebbe, o dovrebbe, servire da stimolo per tante altre iniziative del genere in modo da creare quel “movimento” che nella nostra città manca.
Un modo diverso di passare le serate rispetto al solito saggio di fine anno, questo sì degno di grandi presentazioni e conferenze stampa nei palazzi che contano.

About redazione

Guarda anche

ISPETTORI AMBIENTALI, UN ANNO DI ATTIVITÀ

200 SERVIZI EFFETTUATI, TANTA SENSIBILIZZAZIONE E 15 MILA EURO DI SANZIONIAmbiente e rifiuti, ecco il …