giovedì , 22 Ottobre 2020

Ha fatto bene il Sindaco a riaprire l’iter per le procedure del concorso bandito nel 2000

Non mi sorprende affatto di aver letto stamattina sulla pagina di Nardò della Gazzetta del Mezzogiorno, che dopo 13 anni, il Sindaco Marcello Risi ha deciso di sbloccare un concorso bandito 13 anni fa.  

Non mi sorprende affatto di aver letto stamattina sulla pagina di Nardò della Gazzetta del Mezzogiorno, che dopo 13 anni, il Sindaco Marcello Risi ha deciso di sbloccare un concorso bandito 13 anni fa.  

Non mi sorprende la notizia in quanto proprio ieri avevo parlato con il Sindaco per sollecitarlo a tale decisione. Per la verità, il Sindaco mi aveva informato che era già nelle sue intenzioni avviare le procedure per il completamento del concorso ed a partire da settembre, se la  legge lo richiede con la nomina di una nuova commissione, avviarne l’iter.

Tale concorso per la cronaca e maggior dovizia di particolari fu bandito nel 2000, tra la fine del 2006 e l’inizio del 2007 si dette inizio alla correzione dei compiti e poi ad oggi a distanza di 6 anni l’abbandono più totale dell’iter procedurale.

Non sono affatto d’accordo su quanto afferma la Gazzetta quando dice che di circa 300 candidati che sostennero gli scritti possono essere rimasti molto pochi ad avere aspettative di un posto di lavoro. Per tutto ciò un plauso al Sindaco Risi, ma credo che oltre alla riapertura della procedura concorsuale debba appurare se da parte dell’ufficio competente oltre che delle componenti politiche che si sono avvicendate ci siano responsabilità per aver fatto cadere nel dimenticatoio un pubblico concorso per tanti anni.

E’ necessario anche appurare quanto sia costata alle casse comunali la non completata procedura concorsuale e se alla commissione, nonostante il non completamento dell’iter siano state liquidate le spettanze previste dalla legge.

Ritengo anche necessario e doveroso formulare un in bocca al lupo a tutti coloro che hanno superato gli scritti con l’auspicio che i vincitori del concorso possano dare un contributo di qualità alla pianta organica del comune di Nardò.

 

Il Consigliere Provinciale

Giovanni Siciliano  

About redazione

Guarda anche

Un malore improvviso e poi il decesso. Succede ora a Santa Maria al bagno

Accusa un malore mentre è in spiaggia a fare il bagno e, nonostante le manovre …