lunedì , 26 Ottobre 2020

Conferenza stampa del sindaco Marcello Risi sulle politiche a favore dei lavoratori migranti presenti sul terriorio neretino.

Scheda informativa e di dettaglio del Progetto

Importo – finanziato dal Pon Sicurezza- Ministero dell’Interno: € 350.000,00

 

Scheda informativa e di dettaglio del Progetto

Importo – finanziato dal Pon Sicurezza- Ministero dell’Interno: € 350.000,00

Il progetto prevede l’esecuzione di tutti i lavori di ristrutturazione del fabbricato principale della Masseria Boncuri ed i lavori di sistemazione dell’area esterna. In dettaglio:

nuove murature e tramezzature;

nuovi infissi interni ed esterni, opere in ferro;

nuovi rivestimenti e pavimenti;

intonaci e pitture interni ed esterni;

adeguamento blocco servizi igienici, comprendente la realizzazione di servizi igienici per disabili, la realizzazione di un gruppo docce e l’installazione di nuovi lavabi;

rifacimento/adeguamento impianti elettrici;

n. 5 impianti di produzione di acqua sanitaria mediante installazione di un boyler a pannelli solari;

realizzazione di tutte le opere e tutti gli impianti necessari per l’allaccio del fabbricato alla rete idrica e fognante;

riqualificazione e sistemazione area esterna. Relativamente all’area esterna, si prevede di recintare parte del terreno in prossimità del fabbricato mediante la costruzione di muretto in pietra calcarea con sovrastante ringhiera in ferro. Si prevede inoltre la sistemazione di una delle due vecchie aie esistenti nello spazio antistante la Masseria per destinarla a spazio comune all’aperto per attività di socializzazione, ricreative e di tempo libero.

Gli ambienti al piano terra del fabbricato saranno destinati ai servizi essenziali della struttura di accoglienza. In dettaglio:

Residenzialità. Verranno ricavate 4 camere da letto, ciascuna di superficie adeguata per ospitare fino a 4 posti letto per un totale di 16 posti.

Servizi di assistenza. E’ prevista la realizzazione di un adeguato locale posto nell’ala sinistra del fabbricato, destinato ad infermeria.

Servizi di orientamento. Il progetto prevede la realizzazione di un locale destinato al front office per la prima accoglienza degli immigrati ed all’orintamento degli immigrati nelle successive fasi di soggiorno.

Servizi di formazione. Nell’ala destra del fabbricato sarà allestita un’aula didattica per la formazione degli immigrati.

Cucina, mensa e spazi di socializzazione. Nell’ala sinistra del fabbricato, è prevista la realizzazione di un locale cucina, con annessa dispensa e relativo blocco servizi igienici di pertinenza. In adiacenza alle cucine, è previsto l’allestimento di un ampio locale per la consumazione dei pasti e per attività ricreative e di socializzazione.

Barriere architettoniche. A seguito dei lavori, tutti gli ambienti destinati agli ospiti della struttura, saranno privi di barriere architettoniche, in quanto è prevista la realizzazione di rampe per il superamento dei dislivelli esistenti.

Il centro è strutturato anche per offrire i  seguenti servizi:

residenzialità a carattere temporaneo per massimo due mesi;

assistenza e orientamento sanitario (iscrizione al servizio sanitario nazionale, accompagnamento ai servizi sanitari territoriali, presa in carico presso i consultori familiari, supporto specialistico, etc..);

assistenza sociale (individuazione dei bisogni e delle potenzialità dei singoli beneficiari, orientamento ai servizi pubblici disponibili sul territorio);

formazione linguistica e alfabetizzazione: si prevede offrire  periodicamente corsi gratuti per l’apprendimento della lingua italiana;

inserimento scolastico dei minori;

mediazione linguistica culturale, nei differenti ambiti (abitativo, lavorativo, sociale);

orientamento e informazione legale;

inserimento abitativo;

inserimento lavorativo e formazione professionale;

attività ricreative e multiculturali.

Il progetto PIU’ AMICI finanziato dal PON SICUREZZA si lega  e si integra con il progetto per la realizzazione dello Sportello per l’integrazione socio/sanitaria/culturale degli immigrati, finanziato con i fondi del Piano Sociale di Zona  in procinto di essere avviato, con l’imminente pubblicazione del bando per selezionare il soggetto gestore dell’intervento.

Lo Sportello, con sede a Masseria Boncuri, ha caratteristiche di progetto di Ambito e si propone di garantire alle persone immigrate i seguenti servizi, avvalendosi di professionalità adeguate allo scopo:

offrire un’informazione sostenibile diretta ad orientare i cittadini stranieri immigrati nell’accesso e nell’utilizzo dei servizi e delle risorse pubbliche e private presenti sul territorio, stimolando la loro autonomia;

garantire la formazione e l’affiancamento degli operatori sociali e sanitari per la promozione della cultura dell’integrazione organizzativa e professionale dei cittadini stranieri immigrati;

interpretare la domanda sociale degli immigrati, fornendo loro indicazioni sulle norme e sulle procedure che regolano l’accesso ai servizi; avere una funzione di filtro della domanda pervenuta da parte dei soggetti immigrati ed  eventualmente smistare e/o segnalare le richieste di prestazioni ai servizi o ad altri enti competenti;

accompagnare i cittadini stranieri immigrati e loro nuclei nell’accesso alla rete dei servizi sociali, sanitari, dell’istruzione, di consulenza specialistica, supportando i servizi nella costruzione e nella gestione dei progetti personalizzati di intervento;

garantire le attività di accoglienza a favore della manodopera stagionale migrante, impegnata in estate nel lavoro di raccolta nei campi, presso la struttura di accoglienza già esistente allocata nella Masseria Boncuri;

prevedere per il periodo estivo spazi attrezzati esterni attrezzati che consentano l’ospitalità di un maggior numero di lavoratori stagionali immigrati.

 

About redazione

Guarda anche

Un malore improvviso e poi il decesso. Succede ora a Santa Maria al bagno

Accusa un malore mentre è in spiaggia a fare il bagno e, nonostante le manovre …