lunedì , 26 Ottobre 2020

Confermati gli arresti domiciliari per Falconieri

Sono stati confermati gli arresti domiciliari per Giuseppe Falconieri, il 50enne neritino arrestato per stalking martedì mattina dai carabinieri della Stazione di Nardò.
Questa mattina l’uomo è comparso dinanzi al gip del Tribunale di Lecce, Carlo Cazzella, per la convalida del provvedimento restrittivo.

Sono stati confermati gli arresti domiciliari per Giuseppe Falconieri, il 50enne neritino arrestato per stalking martedì mattina dai carabinieri della Stazione di Nardò.
Questa mattina l’uomo è comparso dinanzi al gip del Tribunale di Lecce, Carlo Cazzella, per la convalida del provvedimento restrittivo.
L’arresto di Falconieri era scattato a seguito di un’intensa e prolungata attività d’indagine svolta dai militari dell’Arma di Nardò ai quali erano state presentate svariate denunce per stalking da parte della ex compagna A.R., con la quale aveva interrotto la relazione sentimentale tempo fa e dalla quale aveva avuto anche un figlio.
L’uomo, a quanto è dato sapere, pare non si fosse rassegnato alla fine della storia con l’ex convivente, e nel periodo tra giugno e luglio era arrivato anche a crearsi un falso profilo su Facebook, con il nick-name di copertura “Tony Leccese”, continuando, in tal modo, ad insultare l’ex compagna, apostrofandola con parole offensive e inviandole numerosi messaggi con espliciti riferimenti ad attività sessuali.
Nosolo. Falconieri si sarebbe appostato sotto casa della donna, per costringerla a ritrattare la denuncia sporta nei suoi confronti.
Questa mattina il cinquantenne avrebbe ammesso davanti al giudice le proprie responsabilità spegando di aver agito in uno stato di vuoto mentale.
Il Gip ha però confermato il provvedimento di restrizione e l’uomo, quindi, rimarrà agli arresti domiciliari, presso la sua abitazione. Per lui l’accusa è di atti persecutori e tentata violenza privata. E’ stato inoltre, confermato il divieto di comunicare, anche a mezzo di telefono o via telematica, con persone diverse da quelle che con lui coabitano o convivono.

L’uomo è difeso dall’avvocato Ezio Maria Tarantino

About redazione

Guarda anche

Gravissimo incidente domestico

Un gravissimo incidente domestico si è verificato in questi minuti a Nardò, in via San …