mercoledì , 21 Ottobre 2020

Pulita la Vora delle Colucce**CON FOTO**

Negli anni la città di Nardò è stata tormentata da continue e ricorrenti alluvioni le quali hanno determinato eloquenti e ampie esondazioni del famigerato torrente Asso.

Centinaia di cittadini hanno pagato a caro prezzo l’indifferenza delle varie amministrazioni comunali e del Consorzio di bonifica dell’Arneo, che si sono succedute negli anni e molti sono ancora ad attendere un eventuale risarcimento per i danni subiti.

Negli anni la città di Nardò è stata tormentata da continue e ricorrenti alluvioni le quali hanno determinato eloquenti e ampie esondazioni del famigerato torrente Asso.
Centinaia di cittadini hanno pagato a caro prezzo l’indifferenza delle varie amministrazioni comunali e del Consorzio di bonifica dell’Arneo, che si sono succedute negli anni e molti sono ancora ad attendere un eventuale risarcimento per i danni subiti.
Era il 25 novembre 2011, data in cui protocollammo la prima istanza al Sindaco ed agli amministratori preposti, per segnalare il grave pericolo del canale Asso; passarono dei mesi, ma sembrava che gli unici a sentire la paura di una nuova esondazione del canale fossero solo i numerosi cittadini che continuavano a chiederci con forza di andare avanti.
Al posto dell’amministrazione comunale, praticamente sorda alle continue richieste dei numerosi cittadini, hanno risposto le sole telecamere di Tele Rama (qui il video andato in onda http://www.youtube.com/watch?v=K5GvoU3DRsw), con cui ci recammo sui luoghi indicati e successivamente presso la sede del consorzio di bonifica dell’ARNEO, allo scopo di reperire maggiori informazioni e sollecitare un’urgente e tempestivo intervento per la messa in sicurezza.
Nei mesi successivi, nonostante i frequenti sopralluoghi e le incessanti sollecitazioni, la situazione non mutava, confermando in noi la consapevolezza, che chi amministra questa città, vive paradossalmente in una dimensione immaginaria, con la difficoltà a percepire i disagi della gente comune, di quella che lavora una vita e che con sacrificio realizza una propria casa o un’attività commerciale e che teme di perderla per l’incompetenza e la superficialità degli amministratori comunali.
Oggi con sollievo, dopo che per diversi anni, tonnellate di detriti, vegetazione e rifiuti si erano accatastati pericolosamente a ridosso delle griglie di ritenzione della Vora delle Colucce, ostruendone il regolare deflusso delle acque, con piena soddisfazione possiamo constatare che i lavori per la rimozione degli stessi sono stati avviati ed ultimati, ripristinando lo stato originario dei luoghi.
Chiediamo comunque che la prossima pulizia non sia fatta fra tanti anni, così com’è avvenuto ora; un corretto cronoprogramma di manutenzione e cura comporterebbe anche una riduzione dei costi e, soprattutto, dei rischi.
Permane però in noi la preoccupazione più grande, ossia l’indifferenza palesata dagli amministratori comunali, la quale speriamo i cittadini di Nardò possano ricordare molto bene, quando saranno chiamati al voto alle prossime elezioni amministrative.

MoVimento Cinque Stelle Nardò

 

 

 

About redazione

Guarda anche

Un malore improvviso e poi il decesso. Succede ora a Santa Maria al bagno

Accusa un malore mentre è in spiaggia a fare il bagno e, nonostante le manovre …