venerdì , 30 Ottobre 2020

"Risi, tra dirigenti sanitari mancati e gli attributi di Vendola"

Risi e i suoi in campagna elettorale promisero la riapertura di Ostetricia e Ginecologia con spot e roboanti video proiettati in piazza Salandra. Oggi, farebbero bene a tacere. 

Risi e i suoi in campagna elettorale promisero la riapertura di Ostetricia e Ginecologia con spot e roboanti video proiettati in piazza Salandra. Oggi, farebbero bene a tacere. 

Il sindaco, accerchiato e in difficoltà come non mai, dà fuori di senno e insulta il PDL e l’opposizione. Finisce così col richiamare all’ordine e chiedere l’intervento, a suo sostegno, di consiglieri comunali di cui avevamo dimenticato l’esistenza. Tutti, in queste ore, in maggioranza appaiono come direttori generali di Asl mancati. Uno per tutti, Roberto My, che con la sua lista, Partecipa, firmava non più di un mese fa un pubblico manifesto contro la politica sanitaria del duo Vendola-Gentile. Gli ricordiamo, inoltre, che la chiusura dell’Ospedale di Nardò è stata decretata nel 2010 e non come da lui erroneamente indicato nel 2008. Visto, poi, che il suo sindaco ricordò a Siciliano d’essere dipendente comunale e lo invitò ad esimersi da giudizi sull’Amministrazione, ricordiamo a My e Luci di essere dipendenti Asl…

Quanto al centrodestra, Raffaele Fitto è venuto a Nardò a spiegare la sua idea di sanità prendendosi insulti e improperi delle truppe cammellate “vendoline”. Il suo presidente, Vendola, non ha mai avuto gli attributi per venire a Nardò e confrontarsi coi neretini in tutte le occasioni in cui è stato invitato a farlo. Perfino il protocollo è stato, infatti, firmato a Lecce. Se è questa la politica del confronto di cui la sinistra dice d’essere maestra…

 

Mino Frasca

Consigliere provinciale

Popolo della Libertà 

 

 

 

 

About redazione

Guarda anche

Un malore improvviso e poi il decesso. Succede ora a Santa Maria al bagno

Accusa un malore mentre è in spiaggia a fare il bagno e, nonostante le manovre …