domenica , 25 Ottobre 2020

A Gallipoli "lottano" e ottengono, a Nardò…..

Evidentemente volendo qualcosa si può e si deve fare. Mentre a Nardò, infatti, il sindaco ha firmato il Protocollo d’intesa sulla riconversione del Sambiasi, per rispettare il quale occorrerebbero enormi risorse, sia economiche che umane, che lo fanno apparire più come un’utopia che una possibile realtà, a Gallipoli si lotta e si ottiene la riapertura del reparto di Rianimazione.

Evidentemente volendo qualcosa si può e si deve fare. Mentre a Nardò, infatti, il sindaco ha firmato il Protocollo d’intesa sulla riconversione del Sambiasi, per rispettare il quale occorrerebbero enormi risorse, sia economiche che umane, che lo fanno apparire più come un’utopia che una possibile realtà, a Gallipoli si lotta e si ottiene la riapertura del reparto di Rianimazione.
Come al solito l’unica città che appare amorfa e arroccata su se stessa, divisa tra chi accusa l’altro della situazione creatasi attorno all’ospedale neritino, è Nardò.
.La “mobilitazione” gallipolina, infatti, è servita a tenere in vita un reparto fondamentale per un nosocomio.
Perché noi, allora, dovremmo alzare bandiera bianca? Perché i neritini dovrebbero “subire” tale decisione senza colpo ferire. Non è il momento di divisioni, di accuse o altro, per quelle ci sarà modo e tempo.
Occorrerebbe unire le forze e per una volta, una sola volta, tentare di alzare la voce dimostrando di essere Politici e non “quaquaraqua”.

About redazione

Guarda anche

Gravissimo incidente domestico

Un gravissimo incidente domestico si è verificato in questi minuti a Nardò, in via San …