martedì , 27 Ottobre 2020

Riconversione del Sambiasi e il sindaco Marcello Risi

”meno comizi e più sale operatorie, meno cortei e più medici, meno bandiere e più ambulanze”

Il  centrodestra regionale che nel 2002 ha deciso di chiudere il punto nascita del nostro Ospedale, così da non far nascere più a Nardò alcun bambino, aprendo la strada allo smantellamento del Sambiasi, grida oggi allo scandalo. 

”meno comizi e più sale operatorie, meno cortei e più medici, meno bandiere e più ambulanze”

Il  centrodestra regionale che nel 2002 ha deciso di chiudere il punto nascita del nostro Ospedale, così da non far nascere più a Nardò alcun bambino, aprendo la strada allo smantellamento del Sambiasi, grida oggi allo scandalo. 

Ora, a distanza di undici anni, i responsabili del centrodestra tornano nella nostra città per confessare le ragioni di quell’atto, per svelare ai cittadini di Nardò il movente di quelle pugnalate a freddo.       Almeno, ci aspettiamo che lo facciano.

La dico tutta, anche con un velo di tristezza: non credo che a livello regionale, centrodestra o centrosinistra possano permettersi il lusso di “manifestare” sul nostro Ospedale. Perlomeno ci risparmino la farsa.

Ora è il momento di rimboccarsi le maniche per una riconversione che dia ai nostri cittadini un’offerta sanitaria migliore di quella che era presente in città quando l’attuale amministrazione comunale nel giugno 2011 si è insediata.

Ora è il momento di fare le cose. Ora è il momento di parlare di fatti. Ora è il momento di agire.

Sabato mattina, alle 9.00, sarò al “Sambiasi” per un confronto con il Dirigente Umbero Caracciolo sulle questioni in agenda:

 

  • prolungamento anche nelle ore serali del servizio di radiologia,
  •  incremento degli anestesisti per raddoppiare il numero degli interventi chirurgici in day hospital (fino a duemila l’anno),
  • allestimento dei nuovi spazi per un innovativo servizio di diabetologia e altro ancora.

L’amministrazione comunale ha scelto di rimboccarsi le maniche e di parlare con i fatti.          E da chi ricopre importanti incarichi istituzionali si attende un contributo coerente con le aspettative dei nostri concittadini, oramai  infastiditi dalla demagogia.

Il mio monito  oggi, è : meno comizi e più sale operatorie, meno cortei e più medici, meno bandiere e più ambulanze.

 

 Marcello Risi

 

 

 

 

About redazione

Guarda anche

Un malore improvviso e poi il decesso. Succede ora a Santa Maria al bagno

Accusa un malore mentre è in spiaggia a fare il bagno e, nonostante le manovre …