lunedì , 26 Ottobre 2020

Tirocini NEET, nuove occasioni per i giovani laureati

E’ stato presentato a Palazzo Adorno l’avviso pubblico per l’attivazione di tirocini di inserimento e reinserimento al lavoro e per favorire l’uscita dalla condizione giovanile “né allo studio, né al lavoro”. Si tratta di tirocini in azienda, retribuiti con una borsa mensile, per i giovani che oggi non hanno un lavoro, né continuano il percorso formativo, i cosiddetti NEET. 

Neet (Not in Education, Employment or Training) è una definizione coniata dalla Unione Europea per mettere in evidenza una condizione che, se prolungata nel tempo, compromette seriamente le possibilità di questi giovani di reinserirsi nel mercato del lavoro, anche quando l’economia sarà in fase di ripresa.

E’ stato presentato a Palazzo Adorno l’avviso pubblico per l’attivazione di tirocini di inserimento e reinserimento al lavoro e per favorire l’uscita dalla condizione giovanile “né allo studio, né al lavoro”. Si tratta di tirocini in azienda, retribuiti con una borsa mensile, per i giovani che oggi non hanno un lavoro, né continuano il percorso formativo, i cosiddetti NEET. 
Neet (Not in Education, Employment or Training) è una definizione coniata dalla Unione Europea per mettere in evidenza una condizione che, se prolungata nel tempo, compromette seriamente le possibilità di questi giovani di reinserirsi nel mercato del lavoro, anche quando l’economia sarà in fase di ripresa. 

Il Progetto, curato da Italia Lavoro e finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, mira ad offrire a 3mila di questi giovani (tra i 24 e i 35 anni) un percorso di tirocinio di durata semestrale. L’obiettivo è quello di riavvicinarli al mercato del lavoro e supportarli nella ricerca attiva di un’occupazione, attraverso una concreta esperienza in azienda.
Ecco i dettagli sul bando. L’intervento è dedicato ai giovani che: sono in possesso di laurea in uno di quegli ambiti disciplinari che comportano maggiori difficoltà per l’inserimento nel mercato del lavoro (ovvero i seguenti “gruppi”: geo-biologico, letterario, psicologico, giuridico, linguistico, agrario e politico-sociale (sito www.istat.it, nella sezione “Strumenti – Definizioni e classificazioni” (Classificazione dei titoli di studio italiani – Classificazione completa); risiedono in una delle quattro regioni convergenza: Campania, Sicilia, Puglia e Calabria; abbiano età compresa tra i 24 e i 35 anni (non compiuti); siano disoccupati e non stiano frequentando percorsi formativi.
Possono ospitare tirocinanti aziende appartenenti a tutti i settori economici e con una forma giuridica disciplinata dal diritto privato, comprese le forme cooperative, e aventi sede operativa nelle quattro regioni convergenza. Possono candidarsi anche aziende con sede in altre regioni ma con precisi limiti quantitativi (200 tirocini sui 3.000 previsti possono essere realizzati in mobilità territoriale).
Le aziende che desiderano ospitare un tirocinante nell’ambito del Progetto NEET, possono candidarsi da subito iscrivendosi al portale Cliclavoro (http://www.cliclavoro.gov.it), nell’apposita sezione riservata alle aziende, inserendo le informazioni relative al tirocinio offerto (vacancy).
I giovani per aderire al progetto e candidarsi ad una vacancy, a partire dal 23 settembre 2013, devono: Registrarsi al Portale Cliclavoro (http://www.cliclavoro.gov.it), aderire al Progetto Neet (visibile dal 23 settembre 2013), candidarsi ad una delle vacancy del Progetto, rese disponibili dalle aziende partecipanti.
La borsa destinata ai tirocinanti ammonta a 500 € lordi mensili per i tirocini in una delle quattro regioni convergenza (Campania, Sicilia, Puglia e Calabria), 1.300 € lordi mensili per i tirocini in mobilità (in tutte le altre regioni). Per ulteriori informazioni e per accedere alla modulistica consultare la pagina apposita dal sito di Italia Lavoro e di Cliclavoro o inviare una mail a neet@italialavoro.it.

 

 

 

 

 

About redazione

Guarda anche

Gravissimo incidente domestico

Un gravissimo incidente domestico si è verificato in questi minuti a Nardò, in via San …