mercoledì , 28 Ottobre 2020

Poste chiuse e affitti rinnovati

Fuori tutto! Potrebbe sembrare lo slogan di un negozio nel periodo dei saldi ed, invece, purtroppo, è quello che sta accadendo nella nostra Città con alcuni servizi pubblici essenziali.

Fuori tutto! Potrebbe sembrare lo slogan di un negozio nel periodo dei saldi ed, invece, purtroppo, è quello che sta accadendo nella nostra Città con alcuni servizi pubblici essenziali.

Stavolta è toccato all’ufficio postale del Boncore. Sicuramente per la maggior parte dei neritini potrebbe sembrare una piccola perdita rispetto a quelle subite negli ultimi tempi come l’Ospedale e il Tribunale, ma per i nostri concittadini residenti al Villaggio Boncore si tratta di un servizio pubblico molto utile.
Infatti, con una delibera di Giunta Comunale il governo cittadino ha preso atto della cessazione del rapporto locativo con Poste Italiane S.p.A. per l’immobile sito in località Boncore utilizzato appunto come Ufficio Postale.

Il paradosso è che, lo stesso giorno, Risi e i suoi assessori hanno adottato un’altra delibera con cui hanno, tra l’altro, autorizzato il dirigente al ramo alla stipula di un nuovo contratto di locazione per l’immobile che ospita gli uffici attività produttive per un importo di euro 12.000 per l’anno 2014.Insomma, mentre si chiudono le Poste del Boncore, si spendono soldi per pagare l’affitto di un ufficio che conta al massimo tre o quattro dipendenti…
Giudicate voi…

Mino Natalizio
coordinatore Noi X Nardò

Paolo Maccagnano
consigliere comunale
Noi X Nardò

Pippi Mellone
Consigliere comunale
Comunità Militante
Andare Oltre

 

 

 

About redazione

Guarda anche

Un malore improvviso e poi il decesso. Succede ora a Santa Maria al bagno

Accusa un malore mentre è in spiaggia a fare il bagno e, nonostante le manovre …