lunedì , 26 Ottobre 2020

Morosità inquilini Iacp a Copertino e Lecce

Morosità e distacchi per gli inquilini Iacp della provincia di Lecce: interviene Sel, con una nota della segretaria provinciale Anna Cordella e il consigliere regionale Antonio Galati: «Le morosità accumulate nella provincia di Lecce impongono un’attenta riflessione – dicono – ma occorre provvedere al riallaccio subito per poi distinguere tra i furbi e bisognosi».

Morosità e distacchi per gli inquilini Iacp della provincia di Lecce: interviene Sel, con una nota della segretaria provinciale Anna Cordella e il consigliere regionale Antonio Galati: «Le morosità accumulate nella provincia di Lecce impongono un’attenta riflessione – dicono – ma occorre provvedere al riallaccio subito per poi distinguere tra i furbi e bisognosi».

Le cronache degli ultimi giorni e delle ultime ore raccontano di una nuova esplosione del caso-morosità, con relativi distacchi,  delle utenze Aqp e Enel nelle palazzine popolari di via Flumendosa a Lecce e nel quartiere Gelsi a Copertino. Si tratta di una situazione complessa, sulla quale la segretaria provinciale e il consigliere regionale prendono posizione.

«La solidarietà nei confronti di chi si è visto distaccare il servizio idrico o quello elettrico negli ultimi giorni è doverosa – premettono Cordella e Galati – Tanto più perché in alcuni degli alloggi colpiti dal distacco delle utenze risiedono soggetti deboli, quali diversamente abili e minori in età scolare. Questo è il primo aspetto di complessità della vicenda, da non perdere mai di vista nel ragionamento; ma vi è poi un altro aspetto, non meno complesso – sottolineano la segretaria provinciale e il consigliere regionale – ed è quello di riservare la giusta attenzione a non agevolare i furbi, piuttosto che i bisognosi»

 

Un dato importante è infatti emerso giovedì 26 settembre, nell’incontro tra la vicepresidente della Giunta regionale Angela Barbanente, l’amministratore unico di Aqp Gioacchino Maselli e la direttrice dello Iacp Lecce Sandra Zappatore: la maggioranza dei morosi (359 utenze) si concentra nella provincia di Lecce, per un debito complessivo di 4.188.162 euro. Numeri vertiginosamente superiori a quelli delle altre province del territorio regionale e che impongono un’attenta riflessione, che arriverà a brevissimo: giovedì 3 ottobre, infatti, è stato convocato un apposito tavolo presso lo Iacp di Lecce.

Con questa consapevolezza, Cordella e Galati richiedono un’azione in due tempi. «In primo luogo è indifferibile e urgente che gli enti preposti provvedano al riallaccio delle utenze – dicono i due esponenti di Sel – in modo da non danneggiare i soggetti deboli che possono essere stati coinvolti nelle morosità di interi edifici. Dopo di che il tavolo del 3 ottobre dovrà operare anche una necessaria distinzione tra le situazioni di disagio sociale e le condizioni di relativa agiatezza. Agire subito a tutela di tutti, riallacciando le utenze – concludono Cordella e Galati – per poi distinguere tra chi è realmente bisognoso e chi è solo furbo»

 

 

 

About redazione

Guarda anche

Un malore improvviso e poi il decesso. Succede ora a Santa Maria al bagno

Accusa un malore mentre è in spiaggia a fare il bagno e, nonostante le manovre …