lunedì , 26 Ottobre 2020

Anche in Francia si parla di Nardò…e non è un bel parlare

“Chi paga veramente il prezzo dei prezzi bassi”: con una straordinaria inchiesta i giornalisti del programma “Cash investigation”, la versione francese del nostro “Report”, trasmesso sul canale “France 2”, hanno fatto conoscere a milioni di francesi le condizioni di schiavitù a cui sono costretti i lavoratori migranti impegnati nella raccolta dei prodotti ortofrutticoli nelle campagne pugliesi. Prodotti che poi finiscono negli scaffali dei più importanti gruppi della grande distribuzione europea.

 

“Chi paga veramente il prezzo dei prezzi bassi”: con una straordinaria inchiesta i giornalisti del programma “Cash investigation”, la versione francese del nostro “Report”, trasmesso sul canale “France 2”, hanno fatto conoscere a milioni di francesi le condizioni di schiavitù a cui sono costretti i lavoratori migranti impegnati nella raccolta dei prodotti ortofrutticoli nelle campagne pugliesi. Prodotti che poi finiscono negli scaffali dei più importanti gruppi della grande distribuzione europea.

All’interno dell’inchiesta giornalistica c’è anche un’ampia pagina riguardante le vicende di Nardò, dal caporalato e lo sfruttamento nei campi alle indagini della magistratura di Lecce e alla difficile e importante attività sindacale della Flai Cgil.

La puntata di “Cash investigation”, dal titolo “Le recoltes de la honte” (“I raccolti della vergogna”), apre subito con la Puglia: in particolare, dal minuto 14′,  iniziano le immagini di Foggia e, dal minuto 21′, le immagini su Nardò (Le), fino al minuto 43, quando l’inchiesta passa ad altri territori e prodotti.

Fonte CGIL Lecce
Ecco il link:

http://www.youtube.com/watch?v=ArFN7UXh9qA

About redazione

Guarda anche

Gravissimo incidente domestico

Un gravissimo incidente domestico si è verificato in questi minuti a Nardò, in via San …