lunedì , 26 Ottobre 2020

AGGREDISCE VERBALMENTE AGENTI DELLA POLIZIA LOCALE: NEI GUAI IMPRENDITORE NERETINO

Prontamente deferito alla competente Autorità Giudiziaria leccese in stato di libertà Q.S., 43 anni imprenditore neretino titolare di un bar nel centro storico. I fatti risalgono al 23 Settembre scorso quando, in occasione delle note riprese cinematografiche per il film “Walking in Sunshine”, il centro storico veniva interdetto al traffico per i lavori, appunto, dell’equipe addetta. In tali occasioni la chiusura al traffico veicolare veniva garantita dalla Polizia Locale in ossequio all’ordinanza dirigenziale di viabilità nr. 439 del 19/09/2013.

Prontamente deferito alla competente Autorità Giudiziaria leccese in stato di libertà Q.S., 43 anni imprenditore neretino titolare di un bar nel centro storico. I fatti risalgono al 23 Settembre scorso quando, in occasione delle note riprese cinematografiche per il film “Walking in Sunshine”, il centro storico veniva interdetto al traffico per i lavori, appunto, dell’equipe addetta. In tali occasioni la chiusura al traffico veicolare veniva garantita dalla Polizia Locale in ossequio all’ordinanza dirigenziale di viabilità nr. 439 del 19/09/2013.  Nel primo pomeriggio, in pieno svolgimento delle riprese, Q.R. incurante delle transenne collocate per impedire il transito veicolare, spostava arbitrariamente le stesse entrando con la propria autovettura nella zona interdetta alla circolazione. Al pronto intervento della Polizia Locale che, ovviamente, cercava di assicurare il sereno svolgimento dei lavori del film anche attraverso l’osservanza del divieto di transito, Q.R. reagiva malamente e violentemente rivolgendo all’indirizzo degli Agenti intervenuti insulti, offese e minacce varie. Presenti sul posto anche molteplici persone che, ovviamente, la Polizia Locale ha coinvolto nell’episodio in qualità di testimoni. Immediata e dovuta la denuncia a piede libero alla Procura della Repubblica di Lecce per oltraggio e minaccia a pubblico ufficiale, nonché per rifiuto di fornire indicazioni sulla propria identità personale. Comminate, altresì, sanzioni amministrative pecuniarie per oltre mille euro stante le plurime violazioni varie al Codice della Strada accertate per la circostanza.

 

 

 

 

 

About redazione

Guarda anche

Un malore improvviso e poi il decesso. Succede ora a Santa Maria al bagno

Accusa un malore mentre è in spiaggia a fare il bagno e, nonostante le manovre …