sabato , 26 Settembre 2020

Da lunedì sospesa la vendita di tabacchi

A partire da lunedì 3 marzo “va in onda” la protesta ad oltranza dei tabaccai italiani per rivendicare interventi del Governo tesi a tutelare la redditività della rete.   Non ci soffermiamo ulteriormente sullo stato di sofferenza della categoria perché ognuno di voi sa benissimo quantificarla: basta guardare ai crescenti oneri gestionali ed economici che siamo costretti quotidianamente ad affrontare e confrontarli con ricavi, via via, sempre minori.  

A partire da lunedì 3 marzo “va in onda” la protesta ad oltranza dei tabaccai italiani per rivendicare interventi del Governo tesi a tutelare la redditività della rete.   Non ci soffermiamo ulteriormente sullo stato di sofferenza della categoria perché ognuno di voi sa benissimo quantificarla: basta guardare ai crescenti oneri gestionali ed economici che siamo costretti quotidianamente ad affrontare e confrontarli con ricavi, via via, sempre minori. Rivendichiamo un sostanziale aumento di aggio perché il nostro reddito a tabacchi è il più basso di Europa ed è la metà rispetto a quello che percepiscono i nostri colleghi francesi, che pur sono penultimi nella classifica della redditività dei tabaccai operanti in sistemi analoghi al nostro!   La nostra scarsa redditività è legata anche alla capillarità. Chiunque gestisca una rete sa che la capillarità ha un costo: è ora che anche il Governo faccia i conti su quanto costa la sua rete.   Pertanto blocchiamo la vendita dei tabacchi tutti i lunedì mattina dalle 9.00 alle 12.00, chiudendo il negozio o, nel caso di attività promiscue, sospendendo la loro vendita.   Ognuno faccia quello che ritiene gli venga meglio, purché lo faccia. Siamo impegnati su più tavoli istituzionali ma senza un forte supporto della base ogni nostro sforzo rischia di essere vano.   Contribuisci a costruire il tuo futuro. Un piccolo sacrificio oggi può rappresentare la salvezza di domani. 

 

 

 

About redazione

Guarda anche

Gravissimo incidente domestico

Un gravissimo incidente domestico si è verificato in questi minuti a Nardò, in via San …