mercoledì , 30 Settembre 2020

Il progetto Tur. Grate2 ha reso disponibili 40 mila euro per il nostro territorio

Nei giorni scorsi, gli organi di informazione hanno correttamente riferito dell’importante risultato conseguito dall’Amministrazione Comunale nell’ambito del progetto “Tur.Grate2”, interamente finanziato con fondi comunitari.

Grazie all’encomiabile impegno dell’Assessore Flavio Maglio ed al proficuo lavoro svolto dall’Ufficio Politiche Comunitarie, infatti, sono disponibili da tempo circa 40 mila euro di fondi europei per due importanti interventi di riqualificazione che interessano il nostro territorio: la Piazzetta di S. Isidoro e la Fontana di Piazza Diaz.

Nei giorni scorsi, gli organi di informazione hanno correttamente riferito dell’importante risultato conseguito dall’Amministrazione Comunale nell’ambito del progetto “Tur.Grate2”, interamente finanziato con fondi comunitari.

Grazie all’encomiabile impegno dell’Assessore Flavio Maglio ed al proficuo lavoro svolto dall’Ufficio Politiche Comunitarie, infatti, sono disponibili da tempo circa 40 mila euro di fondi europei per due importanti interventi di riqualificazione che interessano il nostro territorio: la Piazzetta di S. Isidoro e la Fontana di Piazza Diaz.

Occorre però procedere con assoluta speditezza alla realizzazione concreta degli interventi, alla luce della rigida tempistica di rendicontazione delle somme imposta dall’Unione Europea.

L’Assessore Maglio da tempo è impegnato a sensibilizzare in ogni modo gli organi amministrativi e gli uffici tecnici su tempi e scadenze da rispettare, ma si registra una grave e preoccupante inerzia operativa, nonostante ad esempio per S. Isidoro la Deliberazione di Giunta sia stata approvata diversi mesi fa (Deliberazione n. 470 del 20 dicembre 2013).

Se tali risorse non venissero utilizzate nei tempi previsti, il Comune di Nardò ne perderebbe la disponibilità e l’Amministrazione Comunale non avrebbe più l’opportunità di attuare tali interventi sul territorio.

Sarebbe molto grave se, per motivi ascrivibili esclusivamente alla scarsa efficienza degli uffici tecnici, la nostra comunità rimanesse priva di importanti interventi di riqualificazione di luoghi e beni pubblici, anche in ragione della preziosa boccata d’ossigeno in termini di economia e lavoro che la realizzazione di tali attività porterebbe sul nostro territorio.

Siamo molto preoccupati per tali ritardi e invitiamo pubblicamente il Sindaco, il nuovo Assessore ai Lavori Pubblici, il Segretario Generale e gli uffici tecnici preposti ad operare con ogni urgenza e assoluta celerità per garantire la realizzazione degli interventi nei tempi previsti.

In caso contrario, si verificherebbe un fatto gravissimo e ciascuno a quel punto sarebbe chiamato ad assumersi le proprie responsabilità davanti a tutti i cittadini.                                              

 

 

Pierpaolo Losavio

 

COMMISSARIO UDC

 

 

 

 

About redazione

Guarda anche

Un malore improvviso e poi il decesso. Succede ora a Santa Maria al bagno

Accusa un malore mentre è in spiaggia a fare il bagno e, nonostante le manovre …