giovedì , 24 Settembre 2020

Ordinanza limitazione alla circolazione stradale all'interno del centro urbano

Ordinanza di determinazione del calendario delle limitazioni alla circolazione stradale all’interno dei centri abitati del comune di Nardò (LE), nei giorni festivi e particolari, per i veicoli ed i complessi di veicoli per il trasporto di cose, aventi massa complessiva massima autorizzata superiore a 7,5 tonnellate, durante l’anno 2014.

Ordinanza di determinazione del calendario delle limitazioni alla circolazione stradale all’interno dei centri abitati del comune di Nardò (LE), nei giorni festivi e particolari, per i veicoli ed i complessi di veicoli per il trasporto di cose, aventi massa complessiva massima autorizzata superiore a 7,5 tonnellate, durante l’anno 2014.

IL DIRIGENTE

VISTO l’art. 7, comma 1, lett. a) del Nuovo Codice della Strada, approvato con Decreto Legislativo 30 aprile 1992, n. 285 e relative disposizioni attuative contenute nel Regolamento di Esecuzione e di attuazione del Nuovo Codice della Strada, approvato con D.P.R. 16.12.1992, n. 495 e successive modificazioni;

CONSIDERATO che, al fine di garantire in via prioritaria migliori condizioni di sicurezza nella circolazione stradale nei periodi di maggior intensità della stessa, si rende necessario limitare la circolazione, all’interno dei centri abitati del comune di Nardò (LE), dei veicoli e dei complessi di veicoli per il trasporto di cose, aventi massa complessiva massiva autorizzata superiore a 7,5 t.;

CONSIDERATO che, per le stesse motivazioni, si rende necessario limitare la circolazione dei veicoli eccezionali e di quelli adibiti a trasporti eccezionali nonché dei veicoli che trasportano merci pericolose ai sensi dell’art. 168, commi 1° e 4° del Nuovo Codice della Strada;  

PRESA VISIONE delle direttive impartite dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con con decreto n. 443 del 11/12/2013, concernente le direttive per la limitazione della circolazione dei veicoli adibiti al trasporto di cose nei giorni festivi e visto il decreto Prot. n. 104919/13 del 27/12/2013, con il quale il  Prefetto di Lecce, in attuazione delle suddette direttive ministeriali, ha stabilito il calendario delle limitazioni alla circolazione dei sopraddetti veicoli fuori dai centri abitati della provincia di Lecce, si ritiene, per le evidenti esigenze di uniformità su tutto il territorio nazionale ed al fine di garantire in via prioritaria migliori condizioni di sicurezza nella circolazione stradale, nei periodi di maggiore intensità della stessa, si debba dare attuazione alle suddette direttive anche per le strade poste all’interno dei centri abitati del COMUNE di NARDO’, limitando la circolazione dei veicoli e dei complessi di veicoli per il trasporto di cose, aventi massa complessiva massima autorizzata superiore a 7,5 t in concomitanza con il calendario nazionale. Per le stesse motivazioni, si rende necessario limitare la circolazione dei veicoli eccezionali e di quelli adibiti a trasporti eccezionali nonché dei veicoli che trasportano merci pericolose ai sensi dell’art. 168, commi 1 e 4, del codice della strada.

VISTO il decreto n.443 del 11.12.2013, con il quale il Ministero dei Trasporti ha impartito direttive al riguardo, per l’anno 2014;

VISTO il decreto PROT. n. 104919/13 del 27/12/2013, con il quale il  Prefetto di Lecce, in attuazione delle suddette direttive ministeriali, ha stabilito il calendario delle limitazioni alla circolazione dei sopraddetti veicoli fuori dai centri abitati della provincia di Lecce;

CONSIDERATO che è opportuno uniformarsi alle disposizioni contenute nel Decreto Prefettizio e nel Decreto Ministeriale sopra citati per quanto attiene le limitazioni alla circolazione dei veicoli di cui sopra sulle strade comunali poste all’interno dei centri abitati del comune di Nardò, sussistendo anche per esse le motivazioni di tutela della sicurezza della circolazione stradale;

CONSIDERATO che il Decreto Prefettizio e il Decreto Ministeriale citati in premessa indicano casi particolari per i quali è possibile derogare ai divieti;

VISTO l’art. 107 del Testo Unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali, approvato con   Decreto Legislativo 18 agosto 2000, nr. 267;

VISTO l’art. 67 dello Statuto Comunale;

Per i motivi in narrativa espress

O R D I N A

1. E’ vietata la circolazione, nei centri abitati del comune di Nardò, ai veicoli ed ai complessi di veicoli, per il trasporto di cose, di massa complessiva massima autorizzata superiore a 7,5 t.,  nei giorni festivi e negli altri particolari giorni dell’anno 2014 di seguito elencati :

 – Tutte le domeniche dei mesi di gennaio, febbraio, marzo, aprile, maggio, ottobre, novembre e dicembre,     

    dalle ore 08:00 alle ore 22:00;

a) tutte le domeniche dei mesi di giugno, luglio, agosto e settembre, dalle ore 07,00 alle ore 23,00;

b) dalle ore 08,00 alle ore 22,00 del 1° gennaio;

c) dalle ore 08,00 alle ore 22,00 del 6 gennaio;

d) dalle ore 14,00 alle ore 22,00 del 18 aprile;

e) dalle ore 08,00 alle ore 16,00 del 19 aprile;

f) dalle ore 08,00 alle ore 22,00 del 21 aprile;

g) dalle
ore 08,00 alle ore 14,00 del 22 aprile;

h) dalle ore 08,00 alle ore 22,00 del 25 aprile;

i) dalle ore 08,00 alle ore 22,00 del 1° maggio;

j) dalle ore 08,00 alle ore 22,00 del 2 giugno;

k) dalle ore 07,00 alle ore 14,00 del 5 luglio;

l) dalle ore 07,00 alle ore 22,00 del 12 luglio;

m)dalle ore 07,00 alle ore 22,00 del 19 luglio;

n) dalle ore 07,00 alle ore 22,00 del 26 luglio;

o) dalle ore 16,00 del 1 agosto alle ore 22,00 del 2 agosto;

p) dalle ore 14,00 alle ore 22,00 del 8 agosto;

q) dalle ore 07,00 alle ore 22,00 del 9 agosto;

r) dalle ore 07,00 alle ore 22,00 del 15 agosto;

s) dalle ore 07,00 alle ore 22,00 del 16 agosto;

t) dalle ore 07,00 alle ore 22,00 del 23 agosto;

u) dalle ore 08,00 alle ore 22,00 del 30 agosto;

v) dalle ore 08,00 alle ore 22,00 del 1° novembre;

w)dalle ore 08,00 alle ore 14,00 del 6 dicembre;

x) dalle ore 08,00 alle ore 22,00 del 8 dicembre;

y) dalle ore 08,00 alle ore 22,00 del 25 dicembre;

z) dalle ore 08,00 alle ore 22,00 del 26 dicembre.

2. Per i complessi di veicoli costituiti da un trattore ed un semirimorchio, nel caso in cui circoli su strada il solo trattore, il limite di massa di cui al comma precedente deve essere riferito unicamente al trattore medesimo; la massa del trattore, nel caso in cui quest’ultimo non sia atto al carico, coincide con la tara dello stesso, come risultante dalla carta di circolazione. Tale limitazione non si applica se il trattore circola isolato e sia stato precedentemente sganciato dal semirimorchio in sede di riconsegna per la prosecuzione del trasporto della merce attraverso il sistema intermodale, purché munito di idonea documentazione attestante l’avvenuta riconsegna.

3. L’esclusione dai divieti di cui sopra per tutti i veicoli esclusi o autorizzati in deroga in base alle direttive impartite dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con decreto n.443 del 11.12.2013 e stabilite nel decreto PROT. n. 104919/13 del 27/12/2013, con il quale il  Prefetto di Lecce, in attuazione delle suddette direttive ministeriali, ha stabilito il calendario delle limitazioni alla circolazione dei sopraddetti veicoli fuori dai centri abitati della provincia di Lecce.

4. Autorizzazioni in deroga potranno essere rilasciate per le tipologie di veicoli e di trasporti indicati nelle direttive impartite dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con decreto n. 443 del 11/12/2013 e stabilite nel decreto Prot. n. 104919/13 del 27/12/2013, con il quale il  Prefetto di Lecce, in attuazione delle suddette direttive ministeriali, ha stabilito il calendario delle limitazioni alla circolazione dei sopraddetti veicoli fuori dai centri abitati della provincia di Lecce. A tal fine gli interessati dovranno far pervenire, almeno 10 giorni prima della data al Comando del Corpo di Polizia Municipale domanda in bollo,  specificando la necessità, le strade da percorrere, la targa e il tipo di veicolo e allegando copia fotostatica della carta di circolazione del veicolo interessato. L’Ufficio rilascerà l’autorizzazione in bollo con validità solo per le strade del Comune di Nardò.

A V V I S A

Che in caso di inosservanza di quanto prescritto con la presente, si procederà ai sensi dell’art. 7, comma 13, del D. Lgs. 285/92 per inosservanza del divieto di circolazione.

Si ricorda che le dichiarazioni mendaci, ai sensi dell’art. 76 del DPR 445/2000, sono punite ai sensi del Codice Penale.

A V V E R T E

A norma dell’articolo 3, comma 4, della legge 7 agosto 1990, nr. 241 e successive modificazioni ed integrazioni, che avverso la presente ordinanza, in applicazione della legge 6 dicembre 1971, nr. 1034, chiunque vi abbia interesse potra ricorrere per incompetenza, per eccesso di potere o per violazione di legge, entro 60 giorni dalla pubblicazione e/o dalla notificazione, al Tribunale Amministrativo Regionale della Puglia. 

Il presente provvedimento diventa immediatamente esecutivo con la pubblicazione all’Albo Pretorio.

D I S P O N E

Che la presente Ordinanza venga trasmessa:

–          al Dirigente del Commissariato di P.S. di Nardò;

–          al Comandante della Stazione Carabinieri di Nardò;

–          al Dirigente Area Funzionale 1^  comune di Nardò;

–          All’ufficio Stampa presso la segreteria del Sindaco per dare notizia alla stampa Locale;

–          All’ufficio Segreteria per la pubblicazione all’Albo Pretorio ai sensi dell’art. 8 dello Statuto Comunale.

 

 

                                                                                                     IL DIRIGENTE

 

                                                                                  TEN. COL. COSIMO TARANTINO       

                                                                                                                                                      

 

 

 

About redazione

Guarda anche

Un malore improvviso e poi il decesso. Succede ora a Santa Maria al bagno

Accusa un malore mentre è in spiaggia a fare il bagno e, nonostante le manovre …