giovedì , 1 Ottobre 2020

Snervanti tempi di attesa per le autorizzazioni di apertura dei pubblici esercizi

Ho chiesto un incontro al Sindaco, sperando che avvenga per il prossimo lunedì, per manifestargli, a nome di tanti cittadini le lamentele per i ritardi nel rilascio di autorizzazioni commerciali, ma anche di vari tipi di certificazioni. Le lungaggini, la mancanza di sintonia tra i pubblici uffici ed a volte  in alcuni casi la scarsa efficienza, esasperano tanti cittadini che, nonostante le difficoltà economiche investono capitali per creare attività per se o per i propri figli.

Ho chiesto un incontro al Sindaco, sperando che avvenga per il prossimo lunedì, per manifestargli, a nome di tanti cittadini le lamentele per i ritardi nel rilascio di autorizzazioni commerciali, ma anche di vari tipi di certificazioni. Le lungaggini, la mancanza di sintonia tra i pubblici uffici ed a volte  in alcuni casi la scarsa efficienza, esasperano tanti cittadini che, nonostante le difficoltà economiche investono capitali per creare attività per se o per i propri figli. L’ufficio tributi, l’ufficio di polizia urbana, l’ufficio commercio e l’ufficio urbanistica non si sintonizzano affatto per il disbrigo di pratiche che rientrano nelle competenze di ognuno di essi. Già dall’ufficio protocollo lo smistamento presso gli uffici competenti richiede qualche  giorno. I passaggi di una pratica da un ufficio all’altro richiedono intere settimane. Il risultato è che a volte per un autorizzazione commerciale o per un occupazione di suolo pubblico di bar e ristoranti trascorrono mesi. In questi ultimi cinque anni  di consiliatura provinciale ho avuto modo di ritrovarmi  in tantissimi comuni della provincia di Lecce, le difficoltà burocratiche che ho riscontrato a Nardò non si registrano in nessun altro comune della provincia. Chiederò al Sindaco una più efficiente e snella organizzazione della macchina amministrativa.

Giovanni Siciliano

 

 

 

 

About redazione

Guarda anche

Un malore improvviso e poi il decesso. Succede ora a Santa Maria al bagno

Accusa un malore mentre è in spiaggia a fare il bagno e, nonostante le manovre …