lunedì , 1 Marzo 2021

Ancora guai per uno dei killer di Renata Fonte. Arrestato

Ancora guai per Marcello My, il cinquantanovenne neritino coinvolto nell’omicidio dell’assessore repubblicano Renata Fonte.
Ad arrestarlo i carabinieri di Empoli che avevano notato l’uomo nei pressi di due capannoni nelle province di Firenze e Pistoia. My, infatti, era stato notato a bordo di un furgoncino mentre faceva la spola da un capannone all’altro, e così lo hanno bloccato.

Ancora guai per Marcello My, il cinquantanovenne neritino coinvolto nell’omicidio dell’assessore repubblicano Renata Fonte.
Ad arrestarlo i carabinieri di Empoli che avevano notato l’uomo nei pressi di due capannoni nelle province di Firenze e Pistoia. My, infatti, era stato notato a bordo di un furgoncino mentre faceva la spola da un capannone all’altro, e così lo hanno bloccato.Il furgoncino di colore bianco era pieno zeppo di piante di marijuana.
Inoltre, i militari hanno fatto irruzione all’interno dei capannoni rinvenendo enormi serre di marijuana, per un totale di mezza tonnellata di “erba”, che avrebbe potuto fruttare circa due milioni e mezzo di euro.
Con l’accusa di detenzione e coltivazione di marijuana, oltre al salentino sono finiti in manette un altro italiano ed una giovane donna di nazionalità cinese: si tratta di Carmelo Puzzella, 62enne di Fucecchio (in provincia di Firenze), e di Qing Hong, 24enne.
L’uomo è stato arrestato e condotto nel carecere di Sollicciano.

 

About redazione

Guarda anche

Finisce fuori strada con il trattore. Ricoverato al Fazzi un neritino

Esce di strada a bordo di un trattore e viene trasportato presso il Vito Fazzi …