lunedì , 1 Marzo 2021

Un corso di formazione gratuito è merce rara..così interessante poi…Approfittatene

FACCIAMO SAPERE! A Nardò dal 9 giugno un corso di formazione in Social Media Marketing, strumenti del web per la promozione degli spazi culturali.

FACCIAMO SAPERE! A Nardò dal 9 giugno un corso di formazione in Social Media Marketing, strumenti del web per la promozione degli spazi culturali.

Gli “spazi culturali” sono luoghi di produzione del sapere, spazi dove il sapere si fa. Allo stesso tempo devono essere luoghi dove il “sapere” si comunica, si diffonde, si perpetua. Le nuove tecnologie, i nuovi mezzi di comunicazione non sono solo delle tecniche, rappresentano il paradigma del vivere contemporaneo. La riflessione sui contenuti e sulla comunicazione degli stessi si sovrappongo, sono la stessa cosa, servono le stesse parole per descriverli: facciamo sapere.

Il progetto del corso nasce dall’esigenza delle due associazioni proponenti (Associazione culturale TicTac e Associazione culturale musicale RadioFlo) di acquisire conoscenze e capacità nell’ambito delle tecniche di promozione sul web e sui social network, al fine di “sprovincializzare” l’approccio alla gestione degli spazi culturali (sempre nell’ottica di valorizzare le peculiarità della storia locale).
Il territorio tutto esprime le stesse necessità di formazione: gli albergatori, i gestori di B&B, chi si occupa di accoglienza turistica; in tanti oramai gestiscono piccoli siti web e utilizzano (o dovrebbero utilizzare) il web per promuovere la propria attività. 
Grazie al contributo di professionisti di rilevanza nazionale, si mira a formare figure professionali specializzate nella progettazione, pianificazione e verifica di attività di comunicazione, di social-PR e di marketing per i social media digitali e gli ambienti del Web 2.0. L’obiettivo è quello di creare una rete di professionisti interessati mezzi della web-communication, intesi come strumento per la crescita del territorio

Sono invitati a partecipare tutti coloro che, gestendo un sito web o dei profili sui social network per promuovere la propria attività, necessitano di acquisire strumenti tecnici per comprendere, progettare e sviluppare una strategia di comunicazione e partecipazione sul web. 

LA PARTECIPAZIONE È TOTALMENTE GRATUITA.

Il corso, della durata complessiva di 63h, si articola in tre parti principali, secondo il seguente calendario:

I PARTE La Comunicazione, il Marketing e le nuove frontiere del Web per la valorizzazione dei beni culturali e del patrimonio artistico
Dal 9 al 13 giugno 2014 (mattina e pomeriggio)*.
Chiostro Dei Carmelitani, C.so Vittorio Emanuele II, Nardò (LE).
Relatore: Dott. Eugenio Azzinari.

In questa parte del corso si affronteranno le tematiche di base del Web marketing, approfondendo le nuove tecnologie del Web 2.0, i social, le tecniche per promuovere la propria presenza sul web e la normativa del settore. Quindi ci si calerà nella realtà dell’ambito artistico-culturale, dapprima delineando i principi del marketing culturale e poi con un approccio legato al Web e alla promozione non tradizionale. Oltre alle lezioni frontali sono previsti laboratori sulla realizzazione di una campagna di promozione e marketing per eventi culturali.

II PARTE Musei e Comunità
Sabato 14 giugno 2014 (mattina e pomeriggio)*.
Museo della Memoria e dell’Accoglienza, Via Lungomare Alfonso Lamarmora, Santa Maria al Bagno (Nardò).
Relatore: Dott. Raphael Aboav.

La seconda parte del corso è dedicata all’approfondimento del rapporto tra l’istituzione museale e le sue comunità di riferimento, l’ascolto dell’utenza, l’identità ed i servizi. 
In particolare si affronteranno le seguenti tematiche: il Museo e la sua comunità; il progetto museale tra cultura economia e territorio; l’identità del Museo nel suo rapporto con il territorio di riferimento; ascolto e dialogo con la comunità di riferimento; servizi educativi per i musei; la centralità dell’utente; attività e servizi; aspettative e gradimento dei pubblici; allestimenti e percorsi.

III PARTE Musei nel Web
11 e 12 luglio 2014 (mattina e pomeriggio)*.
Museo della Memoria e dell’Accoglienza, Via Lungomare Alfonso Lamarmora, Santa Maria al Bagno (Nardò).

La terza parte è composta da due moduli dedicati all’approfondimento sull’articolazione del significato di museo oggi e alla riflessione sulle linee guida europee, con esempi di best practices internazionali selezionate da esperienze digitali. Si entrerà nel vivo della progettazione e della gestione degli strumenti web 2.0: dal sito alle app, dai social media all’impatto e misurazione dei progetti.

1. Modulo : Open Museum.
Relatore: Carlotta Margarone ( Palazzo Madama – Torino) 
Il percorso fatto da Palazzo Madama, negli ultimi 8 anni dalla sua riapertura, per creare un nuovo modello di museo come un luogo aperto e centrato sui pubblici, un luogo di contemplazione e conoscenza ma anche un luogo in cui trovare storie, emozioni e una calda accoglienza. L’incontro verterà sulle strategie di coinvolgimento on-line e off-line rivolte alla costruzione di una comunità e allo sviluppo di nuovi pubblici e sulla loro importanza nel rafforzamento della reputazione dell’istituzione. 
La docente partendo dall’esperienza pionieristica e di successo, passerà in rassegna i metodi e gli strumenti per attuare all’interno di un’istituzione museale, un progetto di Fundraising e uno per la liberazione di Open data. 

2. Modulo: On/off –line: i pubblici dei musei 
Relatore: Maria Elena Colombo (Museo Diocesano – Milano).
Il lavoro della docente presso il Museo Diocesano di Milano offre importanti spunti a una realtà come quella del Museo della Memoria e dell’Accoglienza nonché ai musei ecclesiastici del territorio. La ricca ed eterogenea offerta culturale e l’utilizzo “agile” di social media e tecnologia è un caso pressoché unico nel panorama di questo tipo di musei. Trattando del caso in questione, il gruppo verrà portato a riflettere sulle strategie possibili per superare le difficoltà di trattare e comunicare delle realtà museali con forti implicazioni religiose, ideologiche o politiche.

*Gli orari definitivi saranno pubblicati entro poche ore.

Per info:
associazione.tictac@gmail.com
https://www.facebook.com/asstictac

About redazione

Guarda anche

Finisce fuori strada con il trattore. Ricoverato al Fazzi un neritino

Esce di strada a bordo di un trattore e viene trasportato presso il Vito Fazzi …