sabato , 28 Novembre 2020

Progetto Nardò/NCD a favore del bando unico per l’allestimento e gestione della masseria “Torre Nova” e “Casa del Capitano”.

La città ha bisogno di risposte immediate. E’ finito il tempo degli annunci. Riteniamo efficace la soluzione del bando unico per attivare fin da subito la gestione della masseria “Torre Nova” e “Casa del Capitano”. In questo modo saranno finalmente attrezzate e fruibili due grandi risorse del territorio di Nardò. E’ inutile, del resto, avere due Ferrari parcheggiate nel garage di casa e non riuscire a guidarle. E’ arrivato il tempo di mettersi, con grande senso di responsabilità e attenzione, alla guida delle bellezze che la natura ci concede e che da qualche anno rendono Nardò una meta ambita da turisti provenienti da tutto il mondo.

Progetto Nardò/NCD a favore del bando unico per l’allestimento e gestione della masseria “Torre Nova” e “Casa del Capitano”.
La città ha bisogno di risposte immediate. E’ finito il tempo degli annunci. Riteniamo efficace la soluzione del bando unico per attivare fin da subito la gestione della masseria “Torre Nova” e “Casa del Capitano”. In questo modo saranno finalmente attrezzate e fruibili due grandi risorse del territorio di Nardò. E’ inutile, del resto, avere due Ferrari parcheggiate nel garage di casa e non riuscire a guidarle. E’ arrivato il tempo di mettersi, con grande senso di responsabilità e attenzione, alla guida delle bellezze che la natura ci concede e che da qualche anno rendono Nardò una meta ambita da turisti provenienti da tutto il mondo.In caso contrario, le strade che le opposizioni paventano rischiano di rallentare l’azione amministrativa. E non possiamo permetterci ulteriori rinvii su un argomento così importante per lo sviluppo e la crescita della città. Dalla delibera di Giunta del dicembre 2012, la numero 423, è già passato tanto, troppo tempo.
Chiedere adesso di rivedere la soluzione prevista in quell’atto amministrativo rischia di far sprofondare l’Amministrazione in una situazione paradossale. Ed è ancora più singolare che a chiedere la “revisione” di quel provvedimento sia una parte della stessa maggioranza. Cosa è cambiato? Chi, improvvisamente, ha paura di prendere delle decisioni per il bene della città?
Confidiamo nel buon senso del sindaco Marcello Risi, che non si lasci soggiogare dal canto delle sirene proveniente da ambienti esterni al consiglio comunale. Il bando unico, al momento, è la soluzione migliore per dimostrare con i fatti che esiste uno sviluppo sostenibile del territorio.
La segreteria cittadina di Progetto Nardò/NCD

About redazione

Guarda anche

Gravissimo incidente domestico

Un gravissimo incidente domestico si è verificato in questi minuti a Nardò, in via San …