mercoledì , 25 Novembre 2020

In Puglia manca un'immagine coordinata di turismo

La discussione sul target turistico che ha scelto il Salento in questi ultimi anni rimanda a responsabilità ben precise nelle politiche di promozione del territorio. La Regione Puglia non è stata in grado di favorire l’immagine di una destinazione turistica a misura di famiglia.

La discussione sul target turistico che ha scelto il Salento in questi ultimi anni rimanda a responsabilità ben precise nelle politiche di promozione del territorio. La Regione Puglia non è stata in grado di favorire l’immagine di una destinazione turistica a misura di famiglia.I Comuni si sono dovuti arrangiare con ciò che i territori erano in grado di ospitare e che comunque portava economia. Ma l’attribuzione all’ente territoriale regionale della materia turistica avrebbe fatto sperare di più e di meglio per lo sviluppo della Puglia, in generale, e del Salento, in particolare. Per non sembrare troppo di parte voglio portare alla pubblica attenzione l’esempio della Regione Emilia Romagna che non è guidata dal centrodestra: una volta che lì si è deciso di eliminare, senza se e senza ma, il maleducato divertimentificio a cui assistiamo in tante nostre località, si è passati dalle parole ai fatti. Rimini e Riccione adesso sono mete riqualificate, con target alti a misura di famiglia. In Puglia, invece, dove non è stata creata nessuna immagine che puntasse all’upgrading del target turistico, ci ritroviamo con i contenitori in plastica di vino accantonati in molti angoli delle strade.

 

Anche qui c’è bisogno di rilanciare l’immagine della Puglia. Le politiche turistiche sono di competenza regionale. Rilanciare la promozione del nostro territorio è un dovere al quale tutti devono sentirsi chiamati.   

 

Luigi Mazzei

Consigliere regionale di Forza Italia 

 

 

 

 

About redazione

Guarda anche

Un malore improvviso e poi il decesso. Succede ora a Santa Maria al bagno

Accusa un malore mentre è in spiaggia a fare il bagno e, nonostante le manovre …