mercoledì , 8 Luglio 2020

Caramba che sorpresa! e più di un neritino finisce nei guai

Nel fine settimana scorso nonché nelle giornate di lunediì 10 e martedì 11 novembre, in occasione dei tradizionali festeggiamenti per San Martino, i carabinieri della compagnia di Gallipoli sono stati impegnati su tutto il territorio di loro competenza, con un capillare servizio coordinato a largo raggio volto ad incrementare il controllo del territorio, prevenire e, se del caso, reprimere i più comuni reati contro il patrimonio e la persona nonche’ contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti e la guida in stato di ebrezza.

 

Nel fine settimana scorso nonché nelle giornate di lunediì 10 e martedì 11 novembre, in occasione dei tradizionali festeggiamenti per San Martino, i carabinieri della compagnia di Gallipoli sono stati impegnati su tutto il territorio di loro competenza, con un capillare servizio coordinato a largo raggio volto ad incrementare il controllo del territorio, prevenire e, se del caso, reprimere i più comuni reati contro il patrimonio e la persona nonche’ contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti e la guida in stato di ebrezza.
In sintesi, sono stati eseguiti controlli, principalmente finalizzati a contrastare il fenomeno della guida in stato di ebbrezza e dello spaccio di sostanze stupefacenti oltre che il contrasto a reati vari ed al controllo di soggetti sottoposti a misure.
All’attivita’ di controllo hanno partecipato pattuglie della dipendente aliquota radiomobile, militari della tenenza di copertino e delle stazioni dipendenti, per un totale di n.30 militari e n. 14 automezzi. Il dispositivo e’ stato dispiegato principalmente nelle aree cittadine e periferiche di Gallipoli, Nardo’, Galatone, Galatina, Cutrofiano, Sannicola, Aradeo e Copertino.

Complessivamente, i controlli hanno permesso di ottenere i seguenti risultati:
Quattro soggetti sono stati deferiti in stato di liberta’ per reati inerenti le sostanze stupefacenti.

L.m. 19enne di Galatina, fermato per un controllo, e’ stato trovato in possesso di alcune dosi di eroina ed una di marijuana nonche’ la somma di euro 165, 00 ritenuta provento di spaccio.

S.a. 16enne di Nardo’, e’ stato trovato con tre involucri contenenti complessivamente 11 grammi di marijuana. La successiva perquisizione domiciliare permetteva di rinvenire un bilancino di precisione e la somma di euro 200,00 ritenuta provento di spaccio.

D.r.a. 20enne gallipolino, e’ stato trovato in possesso di 135 grammi di marijuana rinvenuta in una credenza della sua abitazione.

D.b.d. 35enne neretino, e’ stato fermato ad un controllo ed indosso gli e’ stata trovata una dose di marijuana. La successiva perquisizione domiciliare permetteva di rinvenire altre 6 dosi di cocaina, per complessivi 3 grammi, nonche’ la somma di euro 235,00 e diverso materiale per il confezionamento.

Il contrasto ai reati contro il patrimonio ha permesso ai militari di deferire in stato di liberta’ l.c. 40enne galateo. Chiamati per un furto in abitazione nel centro storico di Galatone, i carabinieri, nel fare il sopralluogo, hanno rinvenuto un telefono cellulare che il proprietario dell’abitazione non riconosceva come suo.

Nel rientrare in caserma per svolgere accertamenti piu’ approfonditi hanno ivi trovato il citato c.l. Che aveva appena denunciato lo smarrimento di quel telefono cellulare. Visti anche i precedenti specific del c.l. Lo stesso e’ stato deferito in stato di liberta’ per furto in abitazione e simulazione di reato.
Storie simili, invece, quelle di m.s. 31enne gallipolino e d.p.l. 37enne di galatone. Fermati per dei controlli dalle pattuglie in servizio, sono stati trovati in possesso di cellulari risultati rubati, nel primo caso addirittura da maggio 2014 e nel secondo caso da agosto. Sono stati entrambi deferiti per ricettazione.
I controlli a soggetti di interesse operativo o sottoposti a misure restrittive della liberta’ personale hanno portato al deferimento in stato di liberta’ di altre 4 persone per inosservanza dei provvedimenti dell’autorita’:
Per due extracomunitari b.b. E b.k.m. 22enne senegalese e 28enne marocchino, invitati in caserma per alcuni accertamenti, non si sono presentati.
Un soggetto sottoposto agli arresti domiciliari t.d.s. 39enne di Sogliano Cavour, e’ stato trovato nella propria abitazione con soggetti diversi da quelli che con lei convivono o coabitano, situazione contraria alle prescrizioni avute.

Infine l.c. neretino 58enne proprietario di una struttura ricettiva, e’ stato deferito perche’, nonostante nei giorni scorsi la sua struttura avesse ricevuto un provvedimento di chiusura per alcune inadempienze igienico – sanitarie, lo stesso aveva continuato a tenere aperta l’attivita’.

Il servizio a largo raggio attuato ha altresi’ visto i militari impegnati nel contrasto alla guida in stato di ebbrezza e nei controlli alla circolazione stradale:

Per 4 automobilisti e’ scattato il deferimento in stato di liberta’ per guida in stato di ebbrezza o per rifiuto di svolgere gli appositi accertamenti. Il tasso alcolemico riscontrato e’ risultato superiore alla soglia minima di 0,80 g/l. In un caso si sono raggiunti persino i 2.34 g/l.

4 quindi in tutto le patenti ritirate, 50 le contravvenzioni al codice della strada elevate, per violazioni che vanno dalla guida senza cinture di sicurezza all’uso del telefono cellulare alla guida. Circa 100 i punti tolti alle patenti dei malcapitati guidatori. Numerose le violazioni per assenza di copertura assicurativa e revisione periodica. In tutto cinque i mezzi sequestrati per questi ultimi motivi.

Un gallipolino 67enne e.p. E’ stato deferito per falsita’ in scvrittura privata. Fermato per un controllo, ha mostrato ai militari un passi da disabile che e’ pero ‘ risultato falso.

Un soggetto e’ stato fermato privo della patente di guida, perche’ mai conseguita, e pertanto deferito in stato di liberta’.

Ventuno i segnalati alla prefettura per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti.

About redazione

Guarda anche

Gravissimo incidente domestico

Un gravissimo incidente domestico si è verificato in questi minuti a Nardò, in via San …