mercoledì , 8 Luglio 2020

Colpito al volto dal cameriere, finisce in ospedale. Accade a Nardò.

Un pugno in un occhio, quattro punti di sutura all’orecchio e tanto spavento. E’ questo il bilancio di un sabato sera che sarebbe dovuto essere all’insegna del divertimento, per un uomo di Nardò.

Un pugno in un occhio, quattro punti di sutura all’orecchio e tanto spavento. E’ questo il bilancio di un sabato sera che sarebbe dovuto essere all’insegna del divertimento, per un uomo di Nardò.
Tutto sarebbe accaduto all’interno di una trattoria neritina dove l’uomo, assieme alla moglie e ad altri amici, aveva scelto di trascorrere la serata. L’altro protagonista della vicenda, quello che avrebbe sferrato il pugno, invece, sarebbe il cameriere del locale.
Tutto sarebbe nato da una pizza errata che la moglie del malcapitato avrebbe respinto al mittente. Il cameriere, però, secondo il racconto dei protagonisti  sarebbe apparso sin da subito poco “cordiale” nei confronti della comitiva ed avrebbe risposto i maniera piuttosto stizzita alla richiesta da parte dei commensali di riportare indietro il piatto errato.
La donna avrebbe deciso, poi, di non chiedere una pietanza sostitutiva ed avrebbe invitato il marito a chiedere il conto.
Ed è qui che la storia avrebbe preso una piega imprevista. L’uomo si sarebbe avvicinato alla cassa, dove si trovava il proprietario del locale, riferendo del comportamento poco corretto del cameriere. Quest’ultimo si sarebbe avvicinato iniziando a discutere con l’ospite in maniera piuttosto animata tanto da attirare l’attenzione degli altri avventori della trattoria e, soprattutto degli amici della vittima, che si sarebbero avvicinati con l’intento di calmare gli animi. 
La discussione sarebbe proseguita con l’invito da parte del cameriere ad uscire fuori del locale per discuterne “con calma”. Quando l’ospite, rifiutando l’invito, si sarebbe voltato per tornare al proprio posto,  il cameriere sarebbe partito verso la sua direzione. L’uomo avrebbe fatto appena in tempo a girasi per ricevere un pugno in pieno volto che gli avrebbe procurato la rottura degli occhiali, con conseguente taglio vicino all’orecchio costato quattro punti di sutura. Non solo. A seguito del pugno l’uomo avrebbe sbattuto la testa contro il muro testimoniato da un vistoso bernoccolo.
A questo punto la comitiva avrebbe deciso di chiamare il 113 che di li a poco sarebbe giunto nei pressi del locale. Del cameriere, però non vi sarebbe stata più traccia. Gli uomini del commissariato, a questo punto, avrebbe raccolto le testimonianze dei presenti e sarebbero andati via in cerca del cameriere.
Un sabato sera piuttosto movimentato, dunque, conclusosi con un’inaspettata visita presso il Punto di Primo Soccorso dell’ex ospedale San Giuseppe Sambiasi.
 

 

About redazione

Guarda anche

Gravissimo incidente domestico

Un gravissimo incidente domestico si è verificato in questi minuti a Nardò, in via San …