venerdì , 3 Luglio 2020

Socio Onorario dr Luciano Barbetta Società Operaia

Si è svolta il 14 novembre 2014 nei locali della sede sociale della Società Operaia “Giovanni Zuccaro” di Nardò  l’ assemblea dei soci in cui è stata ufficializzata la nomina di  Presidente Onorario della stessa società dell’ imprenditore neritino, dott. Luciano Barbetta.

Si è svolta il 14 novembre 2014 nei locali della sede sociale della Società Operaia “Giovanni Zuccaro” di Nardò  l’ assemblea dei soci in cui è stata ufficializzata la nomina di  Presidente Onorario della stessa società dell’ imprenditore neritino, dott. Luciano Barbetta.

Il  presidente del Sodalizio, cav. Giovanni Potenza, in una sala affollata e nella quale erano presenti  tra gli altri,  i soci onorari nominati nel corso degli anni, nella sua relazione introduttiva, ha ripercorso l’attività svolta dalla società Operaia dalla sua nascita (anno 1865) ad oggi ed i numerosi risultati raggiunti:  dall’individuazione dei  locali che ospitano la società, alla costruzione di n. 2 cappelle sociali nel cimitero comunale, all’istituzione di una scuola serale di disegno e a tante altre iniziative.

Ha ricordato, nella sua puntuale relazione,  i nomi dei tre Presidenti onorari che si sono succeduti nel corso dei  150 anni di vita della società, l’on.le comm. Giovanni Zuccaro, a cui è intitolata la società, l’avv. Luigi Zuccaro e il geom. Francesco Zuccaro e il fattivo contributo da loro dato.

Ha ricordato, inoltre, che nel 2015 la Società Operaia celebrerà il suo 150 compleanno e che è in fase di definizione il ricco programma delle iniziative per tale ricorrenza.

A conclusione dei lavori al quarto Presidente onorario del sodalizio, dott. Luciano Barbetta, è stata consegnata  dal cav. Giovanni  Potenza, una pergamena a ricordo di tale importante riconoscimento con le relative motivazioni.

     

 

 

 

 

About redazione

Guarda anche

Strali su Facebook, comizi e insulti a giornalisti e opposizione. Ma il sindaco non smentisce i contenuti dell’indagine della Questura di Lecce

Doveva parlare di parentopoli e ci siamo ritrovati in un comizio. È la triste sintesi …