venerdì , 10 Luglio 2020

"23 luglio 1943" Il 6 dicembre la cerimonia di benedizione tenuta da mons. Fernando FILOGRANA

Sono passati 71 anni da quel tragico evento, ma il tempo trascorso non ha cancellato i ricordi di chi ha vissuto quei momenti sulla propria pelle e di chi, invece, li ha sentiti solo raccontare.

Il comitato per la “Rievocazione del 23 luglio 1943”, in collaborazione con l’Amministrazione comunale di Nardò ha organizzato, per il 6 dicembre 2014, la cerimonia per la benedizione, da parte del Vescovo della Diocesi di Nardò – Gallipoli,  mons. Fernando FILOGRANA, del Monumento dedicato alle “Vittime Civili del bombardamento del 23 luglio 1943”. 

 

Sono passati 71 anni da quel tragico evento, ma il tempo trascorso non ha cancellato i ricordi di chi ha vissuto quei momenti sulla propria pelle e di chi, invece, li ha sentiti solo raccontare.

 

Il comitato per la “Rievocazione del 23 luglio 1943”, in collaborazione con l’Amministrazione comunale di Nardò ha organizzato, per il 6 dicembre 2014, la cerimonia per la benedizione, da parte del Vescovo della Diocesi di Nardò – Gallipoli,  mons. Fernando FILOGRANA, del Monumento dedicato alle “Vittime Civili del bombardamento del 23 luglio 1943”. 

 

Il comitato è già al lavoro da diverso tempo e, per l’occasione, ha in programma di mettere in atto una prima fase di interventi, previsti nel progetto, redatto gratuitamente dagli ingegneri Pamela Comi e Alessandro D’Amore, e precisamente: 

 la realizzazione di tre aiuole e di una siepe di recinzione che circoscriverà l’area  interessata;

  la piantumazione di dieci lecci, che simboleggeranno le dieci “Vittime del bombardamento” e la pace;

  la pavimentazione dell’area immediatamente circostante il monumento. 

La cerimonia, alla quale sono state invitate le autorità civili e militari, le scolaresche e le associazioni combattentistiche e d’arma, si svolgerà alle ore 10.30 sul piazzale del Monumento, in via Tolstoj. 

Sarebbe bello che a tale importante iniziativa ci fosse una grande partecipazione per non dimenticare.

Andrea ZACA’  

 

 

 

 

About redazione

Guarda anche

Strali su Facebook, comizi e insulti a giornalisti e opposizione. Ma il sindaco non smentisce i contenuti dell’indagine della Questura di Lecce

Doveva parlare di parentopoli e ci siamo ritrovati in un comizio. È la triste sintesi …