mercoledì , 25 Novembre 2020

“Lavoratrici: il lavoro quotidiano vissuto dalle donne in scena”

E’ un progetto di formazione, scrittura e messinscena destinato alle donne che si propone come finalità di raccontare i vissuti di lavoro al femminile; un modo creativo di fotografare con una lente di genere, in maniera realistica, il mondo lavorativo quotidiano in cui le donne vivono.

E’ un progetto di formazione, scrittura e messinscena destinato alle donne che si propone come finalità di raccontare i vissuti di lavoro al femminile; un modo creativo di fotografare con una lente di genere, in maniera realistica, il mondo lavorativo quotidiano in cui le donne vivono.

E’ da oggi disponibile l’avviso per la partecipazione al progetto “Lavoratrici”: un progetto di formazione, scrittura e messinscena gratuito destinato alle donne.

“Lavoratrici” si propone di avvicinare il linguaggio del teatro e dell’arte alla gente, alla vita lavorativa di tutti i giorni, trattando le tematiche del lavoro legate più strettamente alle discriminazioni, alle molestie e violenze di genere sui luoghi di lavoro. Il percorso formativo, pensato dalla Consigliera di parità Alessia Ferreri, è diretto dall’attore Ippolito Chiarello e realizzato dalla sua sigla teatrale Nasca Teatri di Terra. Per la Consigliera di Parità, avv. Alessia Ferreri “La soddisfazione è quella di avere sperimentato sul nostro territorio un modo diverso di dar voce alle donne della propria esperienza diretta o indiretta rispetto alle problematiche vissute sul posto di lavoro e di avere poi, a livello locale, istituito la prima scuola teatrale di genere, nella  quale poter realizzare una serie di percorsi, spettacoli e laboratori sulla ricerca e valorizzazione dell’identità di genere, attraverso un interessante lavoro di rete con associazioni ed organismi  privati e pubblici, donne lavoratrici, donne disoccupate, donne imprenditrici e realtà territoriali e/o tematiche aventi scopi affini, allo scopo di sensibilizzare ed educare l’opinione pubblica sul tema”. Dopo il successo della prima e seconda edizione, quella di quest’anno è stata pensata con un nuovo concept che mettendo insieme i risultati del lavoro realizzato negli anni precedenti produce un documentario e una reunion delle partecipanti aprendo anche ad altre donne che vogliano partecipare all’attività laboratoriale.

I lavori si svolgeranno in due giornate: il 13 dicembre, dalle 16 alle 20, con un laboratorio gratuito aperto a tutte le donne che hanno già partecipato alle precedenti edizioni e a quelle che vogliano partecipare con storie e testimonianze sul tema trattato; dalle 20 alle 22 il lavoro terminerà con varie performance delle donne che hanno già lavorato sul tema “donne e lavoro” e quindi “Lavoratrici”. Le porte saranno aperte e al racconto e alle prove si potrà assistere in ogni momento.

Nella seconda serata, il 14 dicembre alle 21 sarà presentato il documentario LAVORATRICI, di Alessia Di Giovanni, giornalista, scrittrice e videomaker.

Il documentario  segue e spia il lavoro di Ippolito Chiarello con le venti donne durante il laboratorio Lavoratrici del 2013. Partendo dalla  vita vissuta delle partecipanti, dalle loro esperienze di donne, madri, fidanzate, sorelle, figlie, piano piano prende forma un racconto recitativo fatto di parole, gesti, battute. Ma non è lo spettacolo finale quello che interessa, quanto il lavoro del gruppo, i legami (ma anche i contrasti) che si instaurano tra le attrici, il loro punto di vista, piccole verità raggiunte con fatica, a volte confuse, a volte nette e taglienti.

Il luogo di lavoro e di proiezione sarà lo SCIPIONE AMMIRATO in via di Pettorano, 3. Il documentario sarà proiettato anche il 13 dicembre alle ore 20.30, presso il Cineporto di Lecce, nell’ambito della Rassegna “Alice e le altre”, progetto “Essere donne” a cura di Paz Lab, sostenuto dalla Puglia Film Commission.

 

 

Per info e iscrizioni

Ufficio della Consigliera di Parità della Provincia di Lecce

Via Umberto I, 13 c/o Palazzo Adorno

Tel:0832. 683212/683453

Mail: consiglierediparita@provincia.le.it

 

 

Ufficio Stampa  Consigliera di Parità Prov. Lecce

 

 

 

About redazione

Guarda anche

Un malore improvviso e poi il decesso. Succede ora a Santa Maria al bagno

Accusa un malore mentre è in spiaggia a fare il bagno e, nonostante le manovre …