venerdì , 27 Novembre 2020

Guardia di Finanza di nuovo a Palazzo. Sotto la lente la nuova assunzione

Nuova visita della Guardia di Finanza a Palazzo Personè.

Stavolta sotto la lente delle Fiamme Gialle sarebbe finita l’assunzione della Super-Dirigente del Settore Economico Finanziario, la Dott.ssa Maria Josè Castrignanò, avvenuta il 23 dicembre 2013 senza concorso. Un fatto grave che nel gennaio 2014 denunciammo ripetutamente. 

Nuova visita della Guardia di Finanza a Palazzo Personè.

Stavolta sotto la lente delle Fiamme Gialle sarebbe finita l’assunzione della Super-Dirigente del Settore Economico Finanziario, la Dott.ssa Maria Josè Castrignanò, avvenuta il 23 dicembre 2013 senza concorso. Un fatto grave che nel gennaio 2014 denunciammo ripetutamente. 

Ad accendere la questione i ricorsi presentati a Tar e giudice del lavoro dal secondo classificato nel concorso indetto nel 2009 per ricoprire la postazione di dirigente del settore economico finanziario, il dott. Giuliano Caso, collocatosi in graduatoria dopo il dott. Gabriele Falco. Il dott. Falco, come noto, è stato assunto e poi trasferito presso il Settore Commercio e al suo posto è stata assunta con procedura di mobilità volontaria dal Comune di Calimera, la dott.ssa Castrignanò. Una procedura che il dott. Caso contesta perché a suo avviso bisognava scorrere la graduatoria assumendolo.

 
Nei ricorsi il dott. Caso, originario di Eboli, contesta peraltro al segretario generale la violazione del diritto di accesso civico agli atti avendo lo stesso Caso richiesto documentazione relativa a tale assunzione che non gli è stata, a sua detta, mai fornita.
 
Fatti gravi che vanno a sommarsi alle questioni delle proroghe Cerin e Globus oggetto, pare, della visita dei giorni scorsi delle Fiamme Gialle. Denunce a procura della Repubblica e procura della Corte dei Conti da Noi sottoscritte nel corso degli anni pare non siano state inutili, anzi! La verità grazie al lavoro delle Forze dell’Ordine e della Magistratura e alle nostre puntuali denunce sta venendo piano, piano a galla. 
 
Il tempo è galantuomo. Attendiamo fiduciosi le decisioni e le determinazioni delle Autorità competenti. Noi dal canto nostro possiamo a testa alta dire di aver denunciato in Consiglio, in Città e nelle sedi competenti, quelle che a nostro avviso erano gravi illegittimità riscontrate nel corso degli anni. 
 
Pippi Mellone
Consigliere comunale
Comunità Militante
Andare Oltre
 
Oronzo Capoti
Consigliere comunale
Nuovocorso per Nardò

 

 

 

About redazione

Guarda anche

Un malore improvviso e poi il decesso. Succede ora a Santa Maria al bagno

Accusa un malore mentre è in spiaggia a fare il bagno e, nonostante le manovre …