venerdì , 27 Novembre 2020

Determinazioni sulla condotta sottomarina

La Consulta per l’ambiente del comune di Nardò, nella sua riunione tenutasi il 15 novembre, con la partecipazione dell’Assessore all’Ambiente avv. Francesca De Pace, ha adottato l’allegato documento relativo alla “vexata quaestio”  della condotta di adduzione dei reflui fognari di Porto Cesareo e della condotta sottomarina per lo smaltimento  dei reflui fognari depurati.

La Consulta per l’ambiente del comune di Nardò, nella sua riunione tenutasi il 15 novembre, con la partecipazione dell’Assessore all’Ambiente avv. Francesca De Pace, ha adottato l’allegato documento relativo alla “vexata quaestio”  della condotta di adduzione dei reflui fognari di Porto Cesareo e della condotta sottomarina per lo smaltimento  dei reflui fognari depurati.

Ribadendo il concetto che non si devono stravolgere equilibri ambientali quanto mai delicati La Consulta Ambientale ha ribadito un secco rifiuto alla costruzione delle due condotte e ha denunciato la miopia di chi propugna lo sperpero di denaro per soluzioni anacronistiche ampiamente sorpassate tecnologicamente oltre che dannose per l’ambiente. Tale è il progetto portato avanti, con pervicacia degna di miglior causa, dall’Aqp e dalla contigua cittadina di Porto Cesareo; il progetto non tiene conto  della fragilità geologica  dei territori attraversati dalla condotta terreste, non considera  che in mare non esistono confini e che quindi la condotta sottomarina minaccia pesantemente l’Area Marina Protetta. E in ultimo, ma non ultimo in pericolosità, non risolve il problema dell’abitato di Porto Cesareo privo, per circa due terzi della rete fognaria.

Affinamento spinto e riuso in agricoltura sono le  soluzioni reiteratamente indicate  dalla Consulta e dalle Associazioni che vi fanno capo.

Nella riunione la Consulta ha espresso profondo apprezzamento per la considerazione che l’attuale Assessore all’Ambiente ha avuto per l’operato della Consulta con la partecipazione alla seduta e con l’indicazione di una sede definitiva per le riunioni della Consulta stessa.  Con ciò segnando una netta inversione rispetto all’atteggiamento  fin qui tenuto dall’Amministrazione Risi

 

graziano de tuglie

 

 

 

About redazione

Guarda anche

Un malore improvviso e poi il decesso. Succede ora a Santa Maria al bagno

Accusa un malore mentre è in spiaggia a fare il bagno e, nonostante le manovre …