lunedì , 25 Gennaio 2021

Mancanza di medici e soppressione del servizio h24? Le spiegazioni di Siciliano

Alle ore 11, grazie al Consigliere Regionale Sergio Blasi, ho incontrato il nuovo Direttore Generale della Asl di Lecce, Dott. Giovanni Gorgoni. Insieme al Consigliere Blasi avevamo chiesto l’incontro per sottoporre all’attenzione del Direttore Generale il problema relativo al punto di primo intervento, quindi pronto soccorso dell’ospedale di Nardò.

Alle ore 11, grazie al Consigliere Regionale Sergio Blasi, ho incontrato il nuovo Direttore Generale della Asl di Lecce, Dott. Giovanni Gorgoni. Insieme al Consigliere Blasi avevamo chiesto l’incontro per sottoporre all’attenzione del Direttore Generale il problema relativo al punto di primo intervento, quindi pronto soccorso dell’ospedale di Nardò.Nei giorni scorsi si era sparsa la voce del rischio che il punto di primo intervento della struttura neretina, rischiasse la soppressione del servizio h24, per la mancanza di medici. Il direttore generale ha già attivato le procedure per scongiurare tale eventualità. Ho altresì, insieme a Sergio Blasi, sottoposto all’attenzione del dott. Gorgoni, il problema circa la soppressione totale del punto di primo intervento della nostra struttura ospedaliera. Il direttore Gorgoni ha garantito che sino a quando sarà lui a ricoprire il ruolo di Direttore Generale, a Nardò nessuno potrà ipotizzare nè l’eliminazione dell’h24 e tanto meno la soppressione dell’attività di punto di primo intervento. 

Per aver ottenuto nell’arco di 24 ore l’incontro con la massima autorità sanitaria della nostra provincia, non posso non ringraziare l’amico Sergio Blasi. In conclusione, ringrazio il Dott Gorgoni per l’attenzione dimostrata alla Città di Nardò per la quale in passato la stesa attenzione non era stata dimostrata da altri.

 

Giovanni Siciliano – Consigliere Provinciale

 

 

 

About redazione

Guarda anche

Un malore improvviso e poi il decesso. Succede ora a Santa Maria al bagno

Accusa un malore mentre è in spiaggia a fare il bagno e, nonostante le manovre …