lunedì , 25 Gennaio 2021

Per non dimenticare…con l'associazione Zòhar

In occasione della giornata della memoria, l’Associazione senza fine di lucro Zòhar, nata per promuovere gli ideali di solidarietà, di tolleranza e di accoglienza legati al patrimonio identitario di Nardò Città dell’accoglienza, si è posta tra i suoi obiettivi, quello di promuovere delle iniziative sul territorio volte a trasmettere, soprattutto alle giovani generazioni, il valore dell’accoglienza riconosciuto alla nostra terra e la memoria degli eventi legati alla barbarie perpetrata dai nazifascisti.

In occasione della giornata della memoria, l’Associazione senza fine di lucro Zòhar, nata per promuovere gli ideali di solidarietà, di tolleranza e di accoglienza legati al patrimonio identitario di Nardò Città dell’accoglienza, si è posta tra i suoi obiettivi, quello di promuovere delle iniziative sul territorio volte a trasmettere, soprattutto alle giovani generazioni, il valore dell’accoglienza riconosciuto alla nostra terra e la memoria degli eventi legati alla barbarie perpetrata dai nazifascisti.
Attraverso la collaborazione con le autorità scolastiche e al fine di tenere alto il significato e il valore della memoria storica, per “custodire le nostre radici”, abbiamo deciso di proporre un minuto di raccoglimento nelle classi delle Scuole secondarie di primo grado e, con l’aiuto dei vostri docenti, la lettura, comprensione e condivisione di una poesia sulla Shoàh.
Nardò è stata insignita della Medaglia d’Oro al Merito Civile dal Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, il 27 gennaio 2005, Giorno della Memoria, con la seguente motivazione:
 
“Negli anni tra il 1943 ed il 1947, il Comune di Nardò, al fine di fornire la necessaria assistenza in favore degli ebrei liberati dai campi di sterminio, in viaggio verso il nascente Stato di Israele, dava vita, nel proprio territorio, ad un centro di esemplare efficienza. La popolazione tutta, nel solco della tolleranza religiosa e culturale, collaborava a questa generosa azione posta in essere per alleviare le sofferenze degli esuli, e, nell’offrire strutture per consentire loro di professare liberamente la propria religione, dava prova dei più elevati sentimenti di solidarietà umana e di elette virtù civiche.”
Il presidente Ass. Zòhar
Diego Spano

Responsabile  Attività scolastiche per l’Associazione
Emanuela Gorghini

About redazione

Guarda anche

Gravissimo incidente domestico

Un gravissimo incidente domestico si è verificato in questi minuti a Nardò, in via San …