martedì , 29 Settembre 2020

Piano Coste: nessuna approvazione definitiva, da Risi e i Suoi solo annunci

Sono passati pochi giorni dall’annuncio in pompa magna del sindaco sulla pseudo approvazione del Piano comunale delle coste. Il 27 febbraio scorso il sindaco annunciò infatti che la Giunta comunale aveva approvato il tanto atteso Piano Coste. Abbiamo denunciato fin da subito come non si potesse parlare di piano Coste “approvato” sottolineando da subito le numerose problematiche riguardanti l’importante strumento urbanistico.

Sono passati pochi giorni dall’annuncio in pompa magna del sindaco sulla pseudo approvazione del Piano comunale delle coste. Il 27 febbraio scorso il sindaco annunciò infatti che la Giunta comunale aveva approvato il tanto atteso Piano Coste. Abbiamo denunciato fin da subito come non si potesse parlare di piano Coste “approvato” sottolineando da subito le numerose problematiche riguardanti l’importante strumento urbanistico.

Ebbene, a distanza di meno di un mese, arriva la sonora bocciatura della Regione guidata dal signore di tutte le Puglie, Nichi Vendola, l’amico del sindaco, quello che aveva a cuore le sorti del nostro ospedale e che per noi avrebbe avuto un occhio di riguardo, per intenderci…

Ebbene la Regione bastona pesantemente Risi e la sua Giunta precisando che “le concessioni possono essere rilasciate in base alla Legge regionale 17 del 2006 solo sulla base di strumenti di pianificazione regionali e comunali … definitivamente approvati”!

Una sonora bocciatura della Giunta Risi, della sua cronica lentezza e della non conoscenza degli elementari principi giurisprudenziali in materia da parte degli stessi. La Regione non si ferma qui e precisa che il rilascio di concessioni è in palese contrasto con la Legge regionale 17 del 2007 art. 4 mancando il necessario passaggio dal Consiglio comunale e la verifica di compatibilità col piano regionale. Insomma alle chiacchiere e agli annunci propagandistici di Risi non credono più nemmeno i Suoi compagni baresi…

 

L’ultimo atto, l’ennesimo, di una politica amministrativa fallimentare fatta solo di annunci e spot che ha ingessato per 5 anni la Città portandola ad un passo dalla morte clinica.

 

Pippi Mellone

Consigliere comunale

Comunità Militante

Andare Oltre

 

Graziano De Tuglie

Comunità Militante

Andare Oltre

About redazione

Guarda anche

TASSA SPAZZATURA, NUOVA BATOSTA TARGATA MELLONE

Il sindaco conferma l’aumento della Tari introdotto un anno fa (14,5%). Nessun “occhio di riguardo” …