giovedì , 29 Ottobre 2020

Le considerazione del M5Stelle in merito al pericolo a cui potrebbero essere esposti gli operatori dei VF

Ho avuto modo di leggere il comunicato stampa del CO.NA.PO, sindacato autonomo vigili del fuoco, e ne condivido le apprensioni,  per la salute degli stessi operatori VF, relative al piano degli interventi chimici che potrebbero essere adottati sui nostri oliveti.

Ho avuto modo di leggere il comunicato stampa del CO.NA.PO, sindacato autonomo vigili del fuoco, e ne condivido le apprensioni,  per la salute degli stessi operatori VF, relative al piano degli interventi chimici che potrebbero essere adottati sui nostri oliveti.

I trattamenti chimici partiranno a Maggio e si protrarranno per tutto il periodo estivo, periodo già molto critico a causa degli incendi che colpiscono gli uliveti salentini che ricoprono 95.000  ettari di superficie agricola.

Ricordo che potrebbero essere adottati alcuni prodotti  come l’Imidacloprid, un neonicotinoide, che  in caso di incendio liberano:  Acido cloridrico (HCl), Cianuro di idrogeno (acido cianidrico), Monossido di carbonio (CO), Ossidi di azoto (NOx), Ossidi di zolfo, sostanze queste molto pericolose e se respirate in determinate concentrazioni risultano letali.

In questi casi gli operatori dei VF devono essere dotati in caso di incendio di dispositivi speciali ed indossare apparecchio respiratorio con apporto d’aria indipendente. 

Si rende indispensabile che le unità operative dei VF vengano informate dettagliatamente sulle modalità di attuazione del piano di interventi per mezzo del Corpo Forestale dello Stato, al fine di avere piena consapevolezza dei rischi a cui sono esposti.

 

Cristian Casili

Agronomo paesaggista

Candidato consigliere alla Regione Puglia per il MoVimento 5 Stelle

About redazione

Guarda anche

TASSA SPAZZATURA, NUOVA BATOSTA TARGATA MELLONE

Il sindaco conferma l’aumento della Tari introdotto un anno fa (14,5%). Nessun “occhio di riguardo” …